Myotis pequinius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Myotis pequinius
Immagine di Myotis pequinius mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Myotinae
Genere Myotis
Specie M.pequinius
Nomenclatura binomiale
Myotis pequinius
Thomas, 1908
Areale

Distribution of Myotis pequinius.png

Myotis pequinius (Thomas, 1908) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi endemico della Cina.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo di 62 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 48 e 50,7 mm, la lunghezza della coda di 42 mm, la lunghezza del piede tra 10,9 e 12 mm, la lunghezza delle orecchie tra 14,94 e 18 mm e un peso fino a 14,05 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è corta e vellutata. Le parti dorsali sono bruno-rossastre, con dei riflessi grigi, mentre le parti ventrali sono bianche. Le orecchie sono abbastanza lunghe, con un incavo nella parte centrale del margine posteriore. Il trago è lungo meno della metà del padiglione auricolare. Le ali sono attaccate posteriormente sulle caviglie. I piedi sono lunghi più della metà della tibia. La lunga coda è inclusa completamente nell'ampio uropatagio il cui margine libero è frangiato. Il cranio ha un rostro corto e rivolto all'insù, mentre la fronte è bassa e appiattita.

Ecolocazione[modifica | modifica wikitesto]

Emette ultrasuoni a ciclo di lavoro alto sotto forma di impulsi di breve durata a frequenza modulata iniziale di 84,18±10,06 kHz, finale di 16,86±1,71 kHz e massima energia a 32,80±5,82 kHz. Questa configurazione è adatta alla predazione nella densa vegetazione.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia in colonie numerose fino a qualche migliaio di individui all'interno di grotte e talvolta anche in edifici e templi. Entra in ibernazione durante i periodi più freddi.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di coleotteri e anche di emitteri, lepidotteri e ditteri catturati nelle densa vegetazione.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nelle province cinesi di Pechino, Sichuan, Henan, Jiangsu e Anhui.

Individui catturati nello Shaanxi sono geneticamente divergenti e morfologicamente più piccoli e probabilmente potrebbero appartenere ad una specie criptica.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione presumibilmente numerosa, classifica M.pequinius come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Smith, A.T., Johnston, C.H., Jones, G. & Rossiter, S. 2008, Myotis pequinius in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myotis pequinius in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Smith & Xie, 2008

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi