Myotis occultus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Myotis occultus
Immagine di Myotis occultus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Myotinae
Genere Myotis
Specie M.occultus
Nomenclatura binomiale
Myotis occultus
Hollister, 1909
Areale
Distribution of Myotis occultus.png

Myotis occultus (Hollister, 1909) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nell'America settentrionale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 43,8 e 50,4 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 33 e 40,6 mm, la lunghezza della coda tra 29,6 e 39,2 mm, la lunghezza del piede tra 7,8 e 9,2 mm, la lunghezza delle orecchie tra 11,2 e 15 mm, l'apertura alare fino a 25 cm e un peso fino a 9 g.[3][4]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è lunga, soffice, densa e con le estremità dei peli lucide, che le donano una particolare lucentezza. Le parti dorsali sono fulvo-ocra brillanti, mentre le parti ventrali sono giallo-brunastre. La base dei peli è ovunque nerastra. Le orecchie e le membrane alari sono brunastre. Le ali sono attaccate posteriormente alla base delle dita dei piedi, i quali sono relativamente grandi. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio, il quale è cosparso di pochi peli. Il calcar è privo di carenatura.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia negli edifici, nei crepacci e nelle sporgenze rocciose. Sono stati osservati vivai fino a 800 tra femmine e i loro piccoli.Durante l'inverno le popolazioni della California e dello stato messicano di Sonora entrano in ibernazione all'interno di alcune miniere.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insett acquatici come moscerini, zanzare, Ephemeroptera e tricotteri.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Le femmine danno alla luce un piccolo alla volta solitamente in giugno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa negli stati meridionali dell'Arizona, Colorado centro-meridionale, Texas sud-occidentale, Nuovo Messico; Messico centro-settentrionale e centrale fino alla città di Puebla.

Vive in ambienti ripariali alberati in zone desertiche, pinete e querceti vicino a corsi d'acqua tra 1.830 e 2.806 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la presenza in diverse aree protette, classifica M.occultus come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Arroyo-Cabrales, J. & Ticul Alvarez Castaneda, S. 2008, Myotis occultus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myotis occultus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Miller & Allen, 1928
  4. ^ Harvey & Al., 2011

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerrit S.Miller Jr. & Glover M.Allen, The American Bats of the genera Myotis and Pizonyx in Bulletin of the United States National Museum, nº 144, 1928.
  • Harvey, Michael J., J. Scott Altenbach & Troy L.Best, Bats ofof the United States and Canada, The Johns Hopkins University Press, 2011. ISBN 9781421401911
  • Hollister, 1909. Proceedings of the Biological Society of Washington, 22: 43.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]