Myotis macrotarsus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Myotis macrotarsus
Immagine di Myotis macrotarsus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Myotinae
Genere Myotis
Specie M.macrotarsus
Nomenclatura binomiale
Myotis macrotarsus
Waterhouse, 1845
Sinonimi

M.saba

Areale

Myotis macrotarsus distribution.png

Myotis macrotarsus (Waterhouse, 1845) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nelle Filippine e nel Borneo.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza totale tra 103 e 121 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 46 e 50 mm, la lunghezza della coda tra 45 e 59 mm, la lunghezza del piede tra 14 e 17 mm, la lunghezza delle orecchie tra 18 e 19 mm e un peso fino a 16 g.[3]

La pelliccia è molto corta. Le parti dorsali variano dal bianco al grigio pallido, con la base dei peli grigio scura. Le parti ventrali sono bianche, spesso con dei riflessi giallastri. Le orecchie sono lunghe, con il margine posteriore diritto. Il trago è diritto e appuntito. Le membrane alari sono grigio-rosato pallido e attaccate sulla schiena molto vicine alla spina dorsale e posteriormente lungo le anche. I piedi sono molto grandi, con gli artigli distintamente neri. Il calcar è molto lungo.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia all'interno di grotte o nelle loro immediate vicinanze formando piccoli gruppi. Cattura le prede sulle superfici d'acqua, lungo i fiumi e in zone agricole.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti raccolti sulla superficie dell'acqua.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffuso nel Borneo e sulle isole di Balanbangan e Banggi lungo le coste settentrionali; Isole Filippine: Palawan, Luzon, Guimaras, Marinduque, Mindanao, Mindoro, Negros, Bantayan, Bohol, Polillo e Tawi-tawi.

Vive nelle foreste fino a 250 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che la popolazione è diminuita di più del 30% negli ultimi 15 anni a causa della perdita del proprio habitat cavernicolo, classifica M.macrotarsus come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Rosell-Ambal, G. & Tabaranza, B. 2008, Myotis macrotarsus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myotis macrotarsus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Heaney, 1998, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi