Myotis hajastanicus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Vespertilio d'Armenia
Immagine di Myotis hajastanicus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Myotinae
Genere Myotis
Specie M.hajastanicus
Nomenclatura binomiale
Myotis hajastanicus
Argyropulo, 1939

Il vespertilio d'Armenia (Myotis hajastanicus Argyropulo, 1939) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi endemico dell'Armenia.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni con la lunghezza dell'avambraccio tra 35 e 37 mm, la lunghezza della coda tra 39 e 49 mm e un peso fino a 9 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è lunga sul dorso. Le parti dorsali sono bruno-chiare, con la base dei peli brunastra e le punte dorate, mentre le parti ventrali sono brunastre verso la testa e più chiare verso la coda. Il muso è marrone scuro. Le orecchie sono relativamente corte e marroni scure. Le membrane alari sono attaccate posteriormente alla base delle dita dei piedi, i quali sono piccoli. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia all'interno delle grotte e nelle fessure rocciose. È una specie sedentaria. Forma vivai con sole femmine.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti catturati in volo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è endemica del bacino del Lago Sevan, nell'Armenia centro-orientale.

Vive nelle zone semi-aride a circa 1.800 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato l'areale veramente limitato e che non ci sono più osservazioni dal 1980 nonostante siano state organizzate diverse spedizioni alla sua ricerca, classifica M.hajastanicus come specie in grave pericolo (CR). Probabilmente è già estinta.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Tsytsulina, K., Benda, P., Aulagnier, S. & Hutson, A.M. 2008, Myotis hajastanicus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myotis hajastanicus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Aulagnier & Al., 2011, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Stephan Aulagnier & Al., Guide des mammiferes d'Europe, d'Afrique du Nord et du Moyen-Orient, Delachaux & Niestlé SA, Parigi, 2011, ISBN 9788889999707.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi