Myotis frater

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Myotis frater
Immagine di Myotis frater mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Myotinae
Genere Myotis
Specie M.frater
Nomenclatura binomiale
Myotis frater
Allen, 1923

Myotis frater (Allen, 1923) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso in Asia orientale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 43 e 57 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 36 e 42 mm, la lunghezza della coda tra 38 e 47 mm, la lunghezza del piede tra 7 e 12 mm, circa il 55,7% della tibia e la lunghezza delle orecchie tra 11 e 14 mm.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è soffice e lanosa. Le parti dorsali sono bruno-grigiastre, mentre le parti ventrali sono biancastre. Il muso è largo, con delle masse ghiandolari sui lati. Le orecchie sono relativamente corte, strette e con un antitrago piccolo e spatolato. Il trago è lungo più della metà del padiglione auricolare e con l'estremità leggermente curvata in avanti. Le membrane alari sono ampie e attaccate posteriormente alla base dell'alluce. I piedi sono piccoli. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio, nella sottospecie M.f.longicaudatus è più lunga della testa e del corpo. Il calcar è sottile e con un piccolo lobo di rinforzo. Il cariotipo è 2n=44 FNa=52.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia nelle cavità degli alberi e talvolta in gruppi fino a 100 individui all'interno di edifici. Una colonia è stata osservata anche all'interno di una grotta.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa in maniera frammentaria in Russia orientale, Cina, Penisola coreana e Giappone.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono state riconosciute 4 sottospecie:

Quest'ultima potrebbe essere una specie distinta.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, nonostante abbia un vasto areale, seppur frammentato, a causa delle poche informazioni disponibili sullo stato della popolazione e sulle minacce, classifica M.frater come specie con dati insufficienti (DD).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Tsytsulina, K. 2008, Myotis frater in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myotis frater in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Smith & Xie, 2008, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi