Myonycteris relicta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Piccolo pipistrello della frutta dal collare orientale
Immagine di Myonycteris relicta mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Myonycteris
Specie M. relicta
Nomenclatura binomiale
Myonycteris relicta
Bergmans, 1980

Il Piccolo pipistrello della frutta dal collare orientale (Myonycteris relicta Bergmans, 1980) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemico dell'Africa orientale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni con lunghezza dell'avambraccio tra 55 e 70 mm, la lunghezza della testa e del corpo tra 85 e 165 mm, la lunghezza della coda tra 4 e 13 mm e un peso fino a 80 g.[3]
Il colore del dorso è bruno rossiccio, la testa grigio chiaro mentre le parti ventrali sono bruno giallastre. La pelliccia è densa, soffice e lanosa. Le narici sono sporgenti e divergenti, separate da un solco distinto. Le orecchie sono moderatamente lunghe, con il margine anteriore ispessito, la punta alquanto appuntita e il lobo antitragale moderato e di forma angolare. I maschi hanno un collare di peli ruvidi color ocra. Le membrane alari sono marrone scuro.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa in Kenya, Tanzania e Zimbabwe orientale.

Vive nelle foreste di pianura.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il declino della popolazione di circa il 30% negli ultimi dieci anni, dovuto al degrado del proprio habitat, classifica M. relicta come specie vulnerabile (VU).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Mickleburgh, S., Hutson, A.M., Bergmans, W., Cotterill, F.P.D. & Jacobs, D. 2008, Myonycteris relicta in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Myonycteris relicta in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Bergmans, 1980, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi