Mycteria leucocephala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tantalo variopinto
Mycteria leucocephala -walking-8.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Ciconiiformes
Famiglia Ciconiidae
Genere Mycteria
Specie M. leucocephala
Nomenclatura binomiale
Mycteria leucocephala
(Pennant, 1769)

Il tantalo variopinto (Mycteria leucocephala, Pennant 1769) è un uccello della famiglia dei Ciconiidae dell'ordine dei Ciconiiformi.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Mycteria leucocephala non ha sottospecie, è monotipico.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È una specie tropicale stanziale che nidifica in Asia, da India e Sri Lanka fino al Sud-est asiatico, nelle zone umide di pianura con presenza di alberi. Su di essi costruisce il nido, dove depone 2-5 uova.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il tantalo variopinto è un planatore e, quando è in volo, tiene il collo disteso, come tutte le cicogne.

Gli esemplari adulti sono uccelli di notevoli dimensioni, tutti bianchi, ma con le penne remiganti nere. La testa è rossa, mentre il lungo becco ricurvo all'ingiù è giallo. Sono alti 93–102 cm, con un'apertura alare di 150–160 cm e un peso di 2-3,5 kg. La coda e le zampe sono rosa e una striscia scura attraversa il petto.

I giovani sono una versione più scialba degli adulti, dai toni più brunastri e privi di colori brillanti.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Cammina lentamente con andatura imponente nell'acqua bassa e nei campi alla ricerca di pesci, rane e grossi insetti. Nidifica in colonie molto affollate; tra le più famose ricordiamo quella situata presso il Giardino Zoologico di Nuova Delhi[1] e quella di Kokrebellur, in India meridionale. Il picco delle nascite è tra settembre e novembre[1].

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Urfi, A. J. (1993) Breeding Patterns of Painted Storks (Mycteria leucocephala Pennant) at Delhi Zoo, India. Colonial Waterbirds. 16(1):95-97.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

(EN) BirdLife International (2008), Mycteria leucocephala in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]