Myasishchev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ufficio Tecnico Myasishchev - OKB-23
Stato Russia Russia
Fondazione 1951
Fondata da Vladimir Myasishchev
Settore Aeronautico
Prodotti aerei ad alte prestazioni
Sito web www.emz-m.ru/

L'Ufficio Tecnico Myasishchev è uno dei principali uffici tecnici aeronautici russo-sovietici. Chiamato anche OKB-23, è stato attivo nello sviluppo di aerei ad alte prestazioni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'OKB-23 venne fondato da Vladimir Myasishchev il 24 marzo 1951. Iniziò subito a lavorare ad alcun importanti progetti per l‘aviazione sovietica, primo tra tutti il bombardiere Myasishchev M-4. Nel 1956 iniziò lo sviluppo di un bombardiere supersonico, l’M-50. Questo ambizioso programma, che si concretizzò nella costruzione di due prototipi, venne però cancellato nel 1960.

Infatti, nello stesso anno, i vertici delle forze armate sovietiche, impressionati dai grandi progressi della missilistica, decisero di privilegiare lo sviluppo dei missili balistici. Quindi, venne attuato un programma di riorganizzazione degli uffici tecnici aeronautici, in particolare di quelli che si occupavano di bombardieri. In questo ambito, l'OKB Myasishchev venne sciolto, ed il suo responsabile, Vladimir Myasishchev, venne promosso capo dello TsAGI, l'Istituto Centrale di Aerodinamica, carica che mantenne fino al 1967.

Il 14 giugno 1967, l'OKB-23 venne ricostruito, sempre sotto la guida di Myasishchev. Prese l'attuale denominazione di Ufficio Tecnico Myasishchev solo nel 1986, dopo la morte del suo fondatore.

L'ufficio tecnico ancora esiste, e si occupa soprattutto di attività di ricerca e sperimentali. In particolare, sta portando avanti lo sviluppo di un’aerospazioplano (programma Cosmopolis XXI).

Programmi rilevanti[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai già citati bombardieri Myasishchev M-4 (in tutte le sue versioni) e Myasishchev M-50, l'OKB-23 partecipò ad altri programmi sovietici.

Molto importante fu la collaborazione all’ambizioso programma Buran, che costituiva la risposta sovietica allo Space Shuttle. L'OKB-23 curò infatti la progettazione della cabina di pilotaggio della navetta. Inoltre, venne sviluppato il VM-T Atlant, un aereo progettato appositamente per movimentare parti intere delle navette Buran tra i vari centri di ricerca, oppure trasportare le navette intere direttamente al cosmodromo di Baikonur (ruolo in cui furono sostituiti, a fine anni ottanta, dal gigantesco Antonov An-225).

L’Ufficio Tecnico Myasishchev lavorò anche alla progettazione di un aereo da ricognizione subsonico capace di operare ad altissima quota, che doveva costituire la risposta sovietica al Lockheed U-2. L’aereo in questione era il Myasishchev M-17, di cui venne poi sviluppata anche la versione perfezionata M-55.

Negli anni settanta l’OKB-23 curò, inoltre, lo sviluppo di alcune particolari versioni dell'Il-22 (nello specifico, si trattava delle versioni M ed M11), progettate per essere utilizzate come posto comando volante.

Altri programmi riguardano aerei per utilizzo agricolo e per il trasporto d’affari, oltre al già citato Cosmopolis XXI.

Aerei[modifica | modifica wikitesto]

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Nome Tipo
Myasishchev M-4 Bombardiere strategico
Myasishchev M-17 (M-55) Ricognitore strategico subsonico
Myasishchev M-18 Bombardiere strategico
Myasishchev M-40
Myasishchev M-44
Myasishchev M-48
Myasishchev M-53 Trasporto passeggeri supersonico
Myasishchev M-55 Ricognitore strategico subsonico
Myasishchev M-60 Bombardiere strategico a propulsione nucleare
Myasishchev M-61 Progetto di un missile da crociera
Myasishchev M-103
Myasishchev VM-T Aereo da trasporto

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Myasishchev M-101T presentato alla MAKS Airshow 2007, Mosca, Russia
Nome Tipo
Myasishchev M-101 Aereo per trasporto d’affari
Myasishchev M-112 Aereo da trasporto (merci e passeggeri)
Myasishchev M-150 Aereo da trasporto (merci e passeggeri)
Myasishchev M-500 Aereo agricolo

Spazio[modifica | modifica wikitesto]

Nome Tipo
Cosmopolis XXI Aerospazioplano
Myasishchev VKA-23 Aerospazioplano
Programma Buran (cabina di pilotaggio) navicella spaziale

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]