My Name Is Tanino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
My Name Is Tanino
My name is tanino.png
Una scena del film.
Titolo originale My Name Is Tanino
Paese di produzione Italia
Anno 2002
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Paolo Virzì
Soggetto Paolo Virzì
Sceneggiatura Francesco Bruni, Francesco Piccolo e Paolo Virzì
Produttore Vittorio Cecchi Gori
Fotografia Arnaldo Catinari
Montaggio Jacopo Quadri
Musiche Carlo Virzì
Scenografia Ian Brock e Sonia Peng
Interpreti e personaggi

My Name Is Tanino è un film di Paolo Virzì.

Questo film è riconosciuto come d'interesse culturale nazionale dalla Direzione generale per il cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali italiano, in base alla delibera ministeriale del 7 maggio 2001.

Il film è stato girato a Castellammare del Golfo, New York, Toronto, San Vito Lo Capo.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Gaetano Mendollia, detto Tanino, è un ragazzo nato a Castelluzzo del Golfo (piccolo paese della provincia trapanese), una località di mare in Sicilia. Ma è anche uno studente di cinematografia a Roma, con l'ambizione di diventare uno sceneggiatore.

Durante una delle tante estati conosce Sally, una ragazza americana con cui avrà una breve storia. Al termine dell'estate, Sally deve tornare a Seaport, cittadina di fantasia[1] del Rhode Island, ma si dimentica la sua videocamera e Tanino, con il pretesto di restituirgliela, ma anche per evitare il servizio di leva, parte qualche giorno dopo per gli Stati Uniti, di notte e senza avvisare nessuno.

Da quel momento vivrà una serie infinita di peripezie: all'aeroporto viene travolto dai festeggiamenti dei chiassosi parenti italo-americani, la famiglia Li Causi, divertenti ma anche un po' loschi. Scappato da loro porterà il caos nella "perfetta" famiglia WASP di Sally, poi si farà strada fidanzandosi con la prosperosa e viziata figlia del sindaco di Seaport (italo-americano) conosciuta a un party. Infine, dopo fughe dall'FBI e viaggi in treno (sul tetto), arriverà nella meta degli Stati Uniti per eccellenza: New York. Qui incontrerà il suo regista idolo da sempre, Seymour Chinawsky (emulo per nome e stile di Charles Bukowski), ormai ridotto sul lastrico, il quale muore subito dopo avergli promesso di fare un film con lui.

Sballottato di qua e di là senza capirne il motivo, Tanino esce sempre vincitore dalle situazioni proprio per la sua ingenuità. Ha percorso un viaggio lontano, ma anche vicino, dentro di sé alla ricerca della propria identità e del proprio futuro.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Sally è interpretata da Rachel McAdams che debutta come attrice proprio in questo film italiano.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sorrisi e Canzoni TV - My name is Tanino, Sorrisi e Canzoni TV. URL consultato il 12 maggio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema