Mutismo acinetico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il mutismo acinetico è una condizione rara dove si mostra l'impossibilità oggettiva o soggettiva di muoversi e parlare.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

conseguente in genere ad aneurismi dell'arteria comunicante anteriore, da idrocefalo o, più raramente, a gravi traumi cranioencefalici che coinvolgono la regione frontale del nostro cervello, bilateralmente.

Sintomatologia[modifica | modifica wikitesto]

Clinicamente è caratterizzato dall'impossibilità di parlare (mutismo) e di eseguire movimenti su comando (acinetico). Spesso è considerato un sottotipo di stato minimamente cosciente. I sintomi possono essere schematizzati secondo il seguente schema:

  • attivo stato di vigilanza, che può essere parziale o totale
  • esplorazione visiva dell'ambiente
  • capacità cognitive presenti
  • iniziativa motoria/verbale ridotta o assente
  • esecuzione saltuaria di ordini
  • possibili brevi atti verbali
  • assenza di deficit neuromuscolari primari
  • possibile risposta neurofarmacologica ad agenti dopaminergici

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stephen L. Hauser, Harrison: Neurologia clinica, Casarile (Milano), McGraw-Hill, 2007, ISBN 978-88-386-3923-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina