Mutant Enemy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mutant Enemy
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1997 a Los Angeles
Fondata da Joss Whedon
Chiusura 2006
Sede principale Los Angeles
Settore Cinematografico
Prodotti
  • film
  • serie TV

La Mutant Enemy è una casa di produzione cinematografica fondata nel 1997 da Joss Whedon.

L'azienda, fondata per la promozione della serie televisiva americana Buffy l'ammazzavampiri, ha prodotto anche lo spin-off Angel e la serie tv space western Firefly.

L'azienda, i cui uffici avevano sede nel complesso della 20th Century Fox a Los Angeles, ha chiuso i battenti poco dopo la cancellazione della serie Angel. Il sequel di Firefly, il film Serenity, è stato prodotto dalla Barry Mendel Productions.

Il nome dell'azienda deriva dalla canzone And You and I della rock band Yes.

Membri della Mutant Enemy[modifica | modifica wikitesto]

Elenco in ordine alfabetico di tutti i membri-collaboratori:

  • Jeffrey Bell
  • Elizabeth Craft
  • Steven S. DeKnight
  • Ben Edlund
  • Jane Espenson
  • Sarah Fain
  • David Fury
  • Drew Goddard
  • Drew Greenberg
  • Rebecca Rand Kirshner
  • Tim Minear
  • Marti Noxon
  • Doug Petrie
  • Mere Smith
  • Joss Whedon

[modifica | modifica wikitesto]

Il logo è stato disegnato da Joss Wedon stesso. L'omino della mutant anemy è visibile alla fine di ogni episodio di BTVS, mentre grida il suo famoso " grrr-arg!". Sono state realizzate edizioni speciali del logo animato negli episodi:

  • "Becoming, Part Two" - dice "Oh, ho bisogno di un abbraccio!" ("oh, I need a hug!").
  • "Amends" - indossa un cappellino di Babbo Natale con Jingle Bells in background.
  • "Graduation Day, Part Two" - indossa il tipico cappello da diplomato.
  • "Once More, With Feeling" - Canta "grrarg!".
  • "Storyteller" - canta una strofa della canzone "We are Gods" vista nell'episodio.
  • "Chosen" - Invece di camminare da destra verso sinistra, cammina verso lo spettatore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione