Musturzabalsuchus buffetauti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Musturzabalsuchus
Musturzabalsuchus buffetauti.JPG
Mandibola di Musturzabalsuchus,
a confronto con un cranio di coccodrillo attuale
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Ordine Crocodylia
Superfamiglia Alligatoroidea
Genere Musturzabalsuchus
Specie M. buffetauti

Il musturzabalsuco (Musturzabalsuchus buffetauti) è un rettile estinto appartenente all'ordine dei coccodrilli. Visse nel Cretaceo superiore (CampanianoMaastrichtiano, circa 75-70 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati ritrovati in Spagna settentrionale e in Francia meridionale.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Si suppone che questo animale di grandi dimensioni raggiungesse una lunghezza di circa sei metri, e rappresenta uno dei più grandi coccodrilli del Cretaceo europeo. Curiosamente, il grande numero di resti fossili appartenenti a questo genere provengono esclusivamente da resti di mascelle e di denti. Questi fossili hanno comunque permesso di ipotizzare una ricostruzione di questo coccodrillo: sembra che il cranio fosse insolitamente robusto e largo, dotato di denti forti e aguzzi e di una muscolatura potente. Non a caso il nome Musturzabalsuchus deriva dalla parola basca “musturzabal” che significa “rostro allargato”, e dalla parola greca “suchos”, ovvero “coccodrillo”.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Il musturzabalsuco possiede alcune caratteristiche tali da farlo includere nel gruppo degli alligatori, come ad esempio il quarto dente mandibolare che si inserisce in un solco della mascella. In ogni caso, i caratteri primitivi di questo animale non permettono di classificarlo all'interno della famiglia Alligatoridae. Possibili similitudini sono state riscontrate in un altro alligatoroide primitivo, Diplocynodon. Un altro possibile parente stretto è Massaliasuchus, originariamente noto come “Crocodilus” affuvelensis.

Stile di vita[modifica | modifica sorgente]

Musturzabalsuchus condivideva l'habitat con un altro alligatoroide primitivo, Acynodon. Quest'ultimo era però un piccolo animale dai denti globosi che probabilmente si cibava di pesci e tartarughe. Il musturzabalsuco, invece, date le dimensioni doveva essere un temibile predatore, forse uno dei più grandi del suo habitat.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Buscalioni, A. D.; Ortega, F.; and Vasse, D. (1997). "New crocodiles (Eusuchia: Alligatoroidea) from the Upper Cretaceous of southern Europe". Comptes Rendus de l'Académie des Sciences, Série II 325: 525-530.
  • Buscalioni, A. D.; Ortega, F.; and Vasse, D. (1999). "The upper Cretaceous Crocodylian assemblage from Laño (northcentral Spain): implications in the knowledge of the finicretaceous European faunas". Estudios Museo de Ciencia Naturales de Alava 14: 213-233.
  • Martin, J. E.; and Buffetaut, E. (2008). "Crocodilus affuvelensis Matheron, 1869 from the Late Cretaceous of southern France: a reassessment". Zoological Journal of the Linnean Society 152 (3): 567–580.