Mustelus canis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Palombo scuro
Mustelus canis noaa.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Chondrichthyes
Sottoclasse Elasmobranchii
Ordine Carcharhiniformes
Famiglia Triakidae
Genere Mustelus
Specie M. canis
Nomenclatura binomiale
Mustelus canis
(Mitchill, 1815)
Sinonimi

Squalus canis Mitchill, 1815

Areale

Mustelus canis distmap.png

Il palombo scuro (Mustelus canis) è una specie di squalo della famiglia dei Triakidi.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La colorazione di questo squalo è grigio oliva o marrone; possono essere presenti anche riflessi gialli o bianco grigiastri. Può raggiungere 1,5 metri di lunghezza e 12 chili di peso, ma solitamente la lunghezza si aggira su 1,2 metri. Le dimensioni massime vengono raggiunte a 7 od 8 anni di età. Questa specie cresce rapidamente: i maschi raggiungono la maturità sessuale a 2 o 3 anni di età, le femmine a 4 o 5. Queste ultime possono vivere fino a 16 anni, mentre i maschi non superano i 10.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il palombo scuro vive solamente nell'Atlantico occidentale, lungo la costa che va dal Massachusetts alla Florida (USA), nella zona settentrionale del Golfo del Messico, attorno a Cuba, Giamaica, Barbados, Bermuda e Bahamas, e dal Brasile meridionale all'Argentina settentrionale.

Abitante molto comune delle baie e di altre zone costiere, il palombo scuro predilige acque non più profonde di 18 metri, ma può spingersi anche fino a 200 metri di profondità. Talvolta si incontra anche nelle acque dolci, ma è poco probabile che trascorra in esse lunghi periodi di tempo. Il palombo scuro effettua migrazioni stagionali: si sposta verso nord in primavera e verso sud in autunno. Ha abitudini prevalentemente notturne.

Nutrizione[modifica | modifica sorgente]

Divoratore di carogne e predatore opportunista, il palombo scuro si nutre principalmente di grossi crostacei, come aragoste, gamberetti e granchi, ma anche di piccoli pesci e molluschi. I denti piatti e smussati vengono utilizzati per frantumare e macinare le prede, munite spesso di un duro rivestimento esterno. Tra i piccoli pesci catturati da questa specie ricordiamo le alacce e il tautog labbrone (Tautoga onitis). Gli esemplari giovani mangiano soprattutto piccoli gamberetti, vermi e granchi.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

In quasi tutto l'areale della specie l'accoppiamento avviene tra maggio e luglio. Dopo un periodo di gestazione di 10-11 mesi, alla fine della primavera o all'inizio dell'estate, nascono 4-20 piccoli. Le femmine più grandi tendono ad avere nidiate più numerose.

Importanza per l'uomo[modifica | modifica sorgente]

In alcune zone le carni del palombo scuro, sia fresche che essiccate, sono utilizzate per il consumo umano. La specie viene spesso utilizzata anche come animale da laboratorio e si incontra frequentemente negli acquari.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Musick, J.A. & Fowler, S.L. (Shark Red List Authority) 2005, Mustelus canis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci