Mustela lutreola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Visone europeo
Europäischer Nerz.jpg
Mustela lutreola
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Mustelidae
Genere Mustela
Specie M. lutreola
Nomenclatura binomiale
Mustela lutreola
(Linnaeus, 1761)

Il visone europeo, Mustela lutreola, è un membro europeo della famiglia Mustelidae che vive in alcune regioni di Italia, Spagna, Francia, Romania, Ucraina, Estonia e, in numero maggiore, in Russia, sebbene non si trovi ad est dei monti Urali. In passato era diffuso in tutta Europa, raggiungendo la Finlandia a nord, ma è ora estinto nella maggior parte del suo antico areale. È simile nell'aspetto al visone americano.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il visone entrò per la prima volta in Europa dall'America alla fine dell'era glaciale pleistocenica. Si pensa che le due specie si siano separate solamente nel corso degli ultimi diecimila anni e quindi rimangono simili sotto un gran numero di aspetti[1].

Disegno di un visone europeo

Aspetto fisico[modifica | modifica sorgente]

I visoni europei hanno un corpo snello e flessibile, code folte e zampe palmate. Hanno un mantello estivo patinato ed un mantello invernale più scuro e più folto, meglio adatto per basse temperature. La loro vista è generalmente scarsa, così, durante la caccia, fanno un maggior affidamento sul loro sviluppato senso dell'olfatto[1].

È talvolta possibile distinguere le specie europea e americana basandosi sul fatto che il visone americano è solitamente privo di una grossa macchia bianca sul suo labbro superiore, mentre il visone europeo ne possiede sempre una. Ogni visone privo di questa macchia può essere identificato con certezza come un visone americano, ma un individuo che la possiede, se incontrato in Europa continentale, non può essere identificato con certezza senza dare uno sguardo allo scheletro. Il visone europeo ha sempre, mentre il visone americano solo solitamente, una macchia bianca sul labbro inferiore, che si prolunga a tratti talvolta incompleti fino a formare i disegni del ventre. Da un altro punto di vista è possibile riconoscere i vari individui sulla base di questi segni sul ventre.

Sopra le cicatrici il pelo cresce bianco e i visoni più vecchi tendono ad avere chiazze più numerose, sebbene l'età assoluta sia difficile da quantificare senza studiare l'animale fin dalla nascita. Negli allevamenti, i visoni vengono uccisi dopo otto mesi, ma in natura possono vivere per diversi anni (sebbene la mortalità sia alta, soprattutto tra i giovani in dispersione).

Il visone europeo maschio è lungo 28–43 cm e pesa circa 900 grammi, mentre le femmine sono solo leggermente più piccole, con 30–40 cm di lunghezza e 600 grammi di peso. Questi dati sono un po' inferiori a quelli riferiti al visone americano[1].

Biologia e riproduzione[modifica | modifica sorgente]

I visoni europei sono animali solitari e vivono in rifugi in vicinanza dell'acqua dolce. I loro territori sono estesi su un'area di costa o di riva di quattro chilometri di lunghezza e questi vengono difesi con una combinazione di marcature olfattive e aggressioni fisiche. Sono prettamente carnivori e predano una vasta gamma di animali acquatici, tra cui pesci, arvicole, conigli e anseriformi.

Da febbraio a marzo, i maschi lasciano i loro rifugi e si spostano per notevoli distanze in cerca di una compagna. Sia i maschi che le femmine si accoppiano con diversi individui per tutta la durata della stagione. La femmina dà alla luce da quattro a sei cuccioli nudi e ciechi dopo una gravidanza che può durare da cinque a dieci settimane. I giovani cuccioli sono svezzati tra le otto e le dieci settimane e lasciano la madre per stabilirsi in un proprio rifugio a tre o quattro mesi. Sono sessualmente maturi in tempo per la stagione riproduttiva dell'anno seguente[1].

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

L'introduzione in Europa del visone americano è stata molto problematica per il visone europeo in quanto occupano quasi la stessa nicchia ecologica ma la specie europea non riesce a competere con la più grossa specie americana meglio adattata al nuoto. Sono in corso tentativi per introdurre il visone europeo su isole troppo lontane dal continente per essere raggiunte a nuoto dal visone americano, allo scopo di scongiurare l'estinzione della specie.

Le popolazioni minacciate di visone europeo Mustela lutreola hanno mostrato un grosso declino di oltre l'80% del loro areale naturale e la specie può essere considerata come uno dei mammiferi più minacciati del mondo. Sebbene l'ibridazione tra le due specie originarie venga considerato un evento eccezionale, Thierry Lodé ha scoperto alcuni ibridi, sottolineando che i visoni europei e le puzzole europee sono in grado di ibridarsi e di generare prole fertile[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Birks, J. in Macdonald, D. (a cura di), The Encyclopedia of Mammals, New York, Facts on File, 1984, pp. 116-117, ISBN 0-87196-871-1.
  2. ^ Lodé T., Guiral G. & Peltier D., European mink-polecat hybridization events: hazards from natural process in Journal of Heredity, vol. 96, nº 2, 2005, pp. 1-8.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Mustelid Specialist Group 1996, Mustela lutreola in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014. Listed as Endangered (EN A1ace v2.3)
  • De Jongh A.W.J.J., Tokar G.A., Matvyeyev A.S., De Jong Tj. & E.V. de Jongh-Nesterko (in press). European mink (Mustela lutreola) still surviving in Ukrainian delta’s of Danube and Dniester. Lutra.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi