Museo diocesano (Massa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museo diocesano
Cortile di Palazzo Vescovile, Massa.JPG
Tipo arte sacra
Data fondazione 2003
Indirizzo Palazzo dei Cadetti

Via Alberica, 26 - 54100 Massa (Massa Carrara)

Sito http://www.museodiocesanomassa.it/
San Leonardo di Jacopo della Quercia, 1420

Il Museo diocesano di Massa (Massa Carrara), inaugurato nel 2003, ha sede nel palazzo dei Cadetti (ex Palazzo Vescovile), fatto costruire nel 1580 dal principe Alberico I Cybo-Malaspina, destinato inizialmente ai figli cadetti della famiglia, subì nel tempo varie trasformazioni, fino all’età napoleonica quando fu abbandonato e cadde in grave degrado. Con la Restaurazione, la duchessa Maria Beatrice d'Este lo donò al vescovo Francesco Maria Zoppi (1822 - 1833), quale sede episcopale; funzione che mantenne fino al 1970, quando il vescovo Aldo Forzoni (1970 - 1988) spostò la sua residenza presso il seminario.

Il Museo conserva le opere d'arte, suppellettile liturgica e paramenti sacri provenienti sia dalla cattedrale di di San Pietro e San Francesco, sia da altre chiese del territorio diocesano.

Percorso espositivo e opere[modifica | modifica sorgente]

L'itinerario espositivo ha il suo nucleo centrale nel Tesoro della Cattedrale costituito prevalentemente da:

  • preziosi paramenti sacri ricamati in oro e argento;
  • suppellettile liturgica in argento;
  • insegne episcopali legate ai primi vescovi.

Fra i capolavori che è possibile vedere nel Museo, si annoverano:

Inoltre, sono esposte opere di Agostino Ghirlanda, di Domenico Fiasella e del Maestro di Montefloscoli.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Erminia Giacomini Miari, Paola Mariani, Musei religiosi in Italia, Milano 2005, p. 264

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Musei Portale Musei: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musei