Museo della storia del Genoa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°24′38.03″N 8°56′11.29″E / 44.410565°N 8.93647°E44.410565; 8.93647

1leftarrow.pngVoce principale: Storia del Genoa.

Museo della Storia del Genoa
La nuova sede del Museo della Storia del Genoa al Porto Antico di Genova.
La nuova sede del Museo della Storia del Genoa al Porto Antico di Genova.
Tipo storico-sportivo
Indirizzo via al Porto Antico, 4 - 16123 Genova
Sito www.fondazionegenoa.com

Museo della storia del Genoa è il museo multimediale dedicato alla storia del Genoa Cricket and Football Club. Fa capo alla Fondazione Genoa 1893, ente di partecipazione che rappresenta gli interessi diffusi dei sostenitori del Genoa e della comunità genovese e detiene una quota del capitale sociale del Genoa CFC, ed ha attualmente sede nella palazzina San Giobatta del Porto antico di Genova[1]. Il museo è stato riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali di interesse rilevante[2].

Il museo ha aperto ufficialmente i battenti il 5 giugno 2009 nei locali un tempo occupati dallo storico giornale genovese Il Lavoro diretto da Sandro Pertini in salita Dinegro 7 ma già nel 2008 era stata realizzata nella stessa sede una mostra storico-documentaria di carattere sportivo intitolata Football. L'età dei pionieri (1898-1908) - Un viaggio nelle origini del calcio; la definizione "età dei pionieri" fu coniata dal giornalista, scrittore e storico del calcio Gianni Brera.[3] Tale iniziativa ha ricevuto il riconoscimento di rilevante interesse culturale per il contenuto storico-documentario dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali[4]. Il 5 gennaio 2012 il museo è stato visitato da Richard Tims, presidente dello Sheffield FC, squadra più antica del mondo fondata nel 1857 in occasione dei festeggiamenti 120 anni del Genoa[5][6][7]. Il 21 giugno 2013 è stata inaugurata la nuova sede nel Porto Antico[1] nella palazzina cinqucentesca di San Giobatta di oltre 800 metri quadri su tre piani per tre sale di un museo con lo store e il ticket office e un giardino coperto[8].

Storia del calcio[modifica | modifica sorgente]

L'atto di fondazione del Genoa Cricket and Athletic Club, datato 7 settembre 1893.

Sviluppata in più sale disposte in sequenza parallela, cronologica e tematica, e dotato di postazioni multimediali - che richiamano tanto nell'allestimento architettonico quanto nelle decorazioni cromatiche i punti focali dell'esposizione (l'ambito sportivo determinato dal campo di calcio ed i colori sociali del Genoa) - la mostra ha ripercorso le tappe che portarono alla fine del XIX secolo alla nascita del calcio, mutuato dall'esperienza del football anglosassone.

Sono così stati tracciati i resoconti di cronaca che consegnarono alla storia gli esiti - spesso controversi - dei primi campionati fino alla prime grandi controversie concernenti la partecipazione di calciatori stranieri al campionato italiano, il passaggio di giocatori da una società all'altra e la corresponsione di premi in denaro agli stessi giocatori, considerate punto di rottura fra l'epoca pionieristica e quella del moderno calcio professionistico.

Pionieri[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia delle prime società calcistiche in Italia.
La storica formazione del 1899 del Genoa C.F.C. con il medico James Spensley (terzo da sinistra in alto).

La mostra-museo - che ha avuto la consulenza storica di Stefano Massa - ha esposto ritratti, fotografie e manifesti storici relativi alle iniziative culturali e sportive dell'epoca, antiche maglie dei primi eroi osannati dai primi supporter che iniziavano ad avvicinarsi al nuovo sport destinato ad affascinare le masse, sculture e modellini dei campi sportivi di San Gottardo e Molassana in cui i pionieri del football in Italia disputarono i primi incontri ufficiali, il pallone utilizzato nella finale del primo campionato e documenti storici, fra cui la pagina di libro mastro a firma del Console inglese a Genova, sir Charles Alfred Payton, che attesta la data di fondazione della società genovese.

Nelle intenzioni dei curatori la mostra, anche con l'ausilio delle altre antiche società (tra cui Torino F.C., A.C. Milan, Juventus), ha inteso presentare l'era pionieristica del calcio italiano - di cui il Genoa C.F.C. fu promotore - che, secondo lo standard temporale indicato da Gianni Brera, viene individuata nel decennio a cavallo fra il XIX ed il XX secolo.[3]

Galleria d'immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Ecco il Genoa Museum and Store in genoacfc.it, 21 giugno 2013. URL consultato il 21 giugno 2013.
  2. ^ IL NUOVO MUSEO DEL GENOA E DELLA STORIA DEL CALCIO AL PORTO ANTICO
  3. ^ a b Gianni Brera, Storia critica del calcio italiano.
  4. ^ Fonte: fondazionegenoa.com.
  5. ^ Il club più antico del mondo visita il museo del Genoa
  6. ^ CARO SHEFFIELD FC TI SCRIVO
  7. ^ “HAPPY BIRTHDAY TO YOU”
  8. ^ Ritorno al futuro: una nuova casa per il Grifone

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]