Muscolo piriforme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Muscolo piriforme
Posterior Hip Muscles 1.PNG
Sistema Sistema muscolare

Il muscolo piriforme (musculus piriformis) presenta una forma triangolare. Unisce la superficie interna (o faccia pelvica) dell'osso sacro al femore ed è classificato tra i muscoli esterni dell'anca.

Origine e inserzione[modifica | modifica wikitesto]

Origina dalla faccia pelvica dell'osso sacro, nella regione posta a lato del secondo, terzo e quarto foro sacrale anteriore, e dal margine della grande incisura ischiatica. I fasci muscolari, dopo essere usciti dalle piccole pelvi attraverso il grande foro ischiatico (delimitato dal legamento sacrotuberoso e, sull'osso coxale dal margine osseo compreso tra la spina iliaca postero-inferiore e la spina ischiatica), si inserisce all'estremità superiore della superficie interna del grande trocantere del femore.

Azione[modifica | modifica wikitesto]

  • È un abduttore dell'anca. La sua azione è massima a 60° di flessione di anca quando perde le sue componenti di rotazione che sono: rotazione esterna prima dei 60°, rotazione interna dopo i 60° di flessione. Facendo punto fisso sul femore inclina controlateralmente il bacino e lo porta in retroversione.
  • Stabilizzazione dell'articolazione dell'anca.

Innervazione[modifica | modifica wikitesto]

Il muscolo piriforme è innervato da un ramo del plesso sacrale (L5, S1 e S2).

Patologia[modifica | modifica wikitesto]

Il muscolo piriforme a causa del suo stretto contatto con il nervo sciatico in alcuni soggetti può dare sciatalgia similmente all'ernia del disco a causa di un suo accorciamento o eccessivo allungamento. In tali casi, si parla di sindrome del piriforme.

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina