Muscicapa striata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pigliamosche comune
SpottedFlycatcheronfence.jpg
Muscicapa striata
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Muscicapoidea
Famiglia Muscicapidae
Genere Muscicapa
Specie M. striata
Nomenclatura binomiale
Muscicapa striata
(Pallas, 1764)
Sottospecie
  • Muscicapa striata striata
  • Muscicapa striata balearica
  • Muscicapa striata tyrrhenica
  • Muscicapa striata inexpectata
  • Muscicapa striata neumanni
  • Muscicapa striata sarudnyi
  • Muscicapa striata mongola

Il pigliamosche comune (Muscicapa striata (Pallas, 1764)) è un piccolo uccello passeriforme della famiglia dei Muscicapidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Taglia media di 14 cm di lunghezza, e 16 grammi di peso.[3] Il pigliamosche è un uccello che si distingue nell'aspetto con lunghe ali e una lunga coda. Gli uccelli adulti hanno nella parte superiore un piumaggio che va dal grigio al marroncino. Nella parte inferiore sono biancastri con striature deboli e scure. Le zampe sono corte e nerastre come il becco. I piccoli sono di colore più marroncino degli uccelli adulti. Sulla schiena hanno un margine chiaro nelle piume; il piumaggio è di aspetto completamente coperto di macchie (ecco perché in inglese il suo nome è Spotted Flycatcher).

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Il pigliamosche caccia insetti volanti cogliendoli alla sprovvista. Si nota perché normalmente nella posizione di caccia arretra con le ali e la coda e poi vola verso l'alto per un paio di metri per catturare gli insetti.[3]

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Costruiscono un nido a forma di ciotola all'aperto e accettano volentieri cassette per il nido aperte. La covata è composta di 4 - 6 uova. Nidificano da metà maggio a metà luglio[3].
A differenza di molti altri uccelli il pigliamosche riesce a distinguere tra le proprie uova e quelle di un'altra specie. Questa capacità è tipica soltanto di uccelli parassitari del nido quali il cuculo. Il pigliamosche tuttavia non viene sfruttato dal cuculo. Perciò si suppone che il pigliamosche un tempo appartenesse a quegli uccelli nei quali il cuculo deponeva con successo le sue uova. Al contrario delle altre specie di uccelli il pigliamosche ha imparato verosimilmente a distinguere tra le proprie uova e quelle del cuculo, tanto che oggi non fa più parte degli uccelli ospiti del cuculo.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Nidifica nella maggior parte delle regioni d'Europa del Nord Africa e dell'Asia occidentale[3]. Come uccello migratorio sverna in Africa subsahariana e nel sud-ovest dell'Asia. In Italia è sia nidificante, che di passo, anche se sta subendo una riduzione notevole.

I pigliamosche sono uccelli delle foreste soleggiate, dei parchi, dei giardini e dei frutteti e preferiscono le superfici aperte con una quantità di alberi sparsi.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Se ne conoscono sette sottospecie:[2]

  • Muscicapa striata striata (Pallas, 1764) - presente in gran parte d'Europa, Asia occidentale e Nord Africa
  • Muscicapa striata balearica von Jordans, 1913< - endemismo delle isole Baleari
  • Muscicapa striata tyrrhenica Schiebel, 1910 - endemismo di Corsica e Sardegna
  • Muscicapa striata inexpectata Dementiev, 1932 - endemica della Crimea
  • Muscicapa striata neumanni Poche, 1904 - diffusa dalle isole egee e dal Medio Oriente sino al Caucaso e alla Siberia
  • Muscicapa striata sarudnyi Snigirewski, 1928 - diffusa da Iran e Turkmenistan sino all'Asia centrale
  • Muscicapa striata mongola Portenko, 1955 - presente in Mongolia e Siberia

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Muscicapa striata in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Muscicapidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 9 maggio 2014.
  3. ^ a b c d Pigliamosche in Uccelli da proteggere.it. URL consultato il 3 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Muscicapa striata in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.