Munke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Munke o Möngke Khan (in tartaro: Мунке pron.Munke) (12081259) è stato un condottiero mongolo. Figlio di Tolui e Sorghaghtani Beki, fu quarto Gran Khan dell'Impero Mongolo.

Ascesa[modifica | modifica sorgente]

Nipote di Gengis Khan, fratello di Hulagu e di Khubilai Khan, si fece notare come generale nelle scorrerie d'Europa tra il 1236 ed il 1241 partecipando nell'incursione in Ungheria e nella caduta di Kiev; lasciò la battaglia per accorrere alla successione di Guyuk, che in quel momento vedeva avvantaggiato Batu. Dopo la sua elezione ufficiale a Gran Khan, Mongke si dedicò più all'espansione ad est piuttosto che alle incursioni in Europa, andando a cercare gloria in Cina.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Morì l'11 agosto 1259 durante l'assedio dell'odierna Chongqing (Cina), colpito da un proiettile sparato dall'artiglieria cinese.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Gran Khan dell'Impero Mongolo Successore Flag of the Mongol Empire.svg
Güyük 1251 - 1259 Kublai Khan

Controllo di autorità VIAF: 50027343 LCCN: n85284733