Municipio di Brema

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Municipio di Brema (Municipio e Statua di Rolando nel Marktplatz di Brema)
(EN) Town Hall of Bremen
(Town Hall and Roland on the Marketplace of Bremen)
EKT09-Bremen Marktplatz-01.jpg
Tipo Culturali
Criterio (iii) (iv)
Pericolo non in pericolo
Riconosciuto dal 2004
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda
Brema: il Marktplatz con il Municipio e il Duomo
Brema: il Marktplatz con il Municipio e la Statua di Rolando
La Festsaal nell'ala nuova del Municipio di Brema
Un'altra sala del Municipio di Brema
Portale medievale nella Obere Halle
La Kaminsaal

Il Municipio di Brema (in tedesco: Bremer Rathaus) è uno storico edificio che si affaccia sulla Marktplatz ("Piazza del Mercato") di Brema, in Germania, costruito in stile gotico[1][2][3] tra il 1405 e il 1409/1410[1][2][4][5] e a cui fu aggiunta, tra il 1608/1609 e il 1612[2][3] una facciata nello stile del Rinascimento del Weser (opera di Lüder von Bentheim[1][2]).

L'edificio è inserito dall'Unesco - unitamente alla dirimpettaia Statua di Rolando (Bremer Roland) - nel Patrimonio dell'umanità (dal 2004).[4][5][6]

Ubicazione[modifica | modifica sorgente]

Il Municipio di Brema si trova al nr. 21 di Marktplatz[5]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il municipio originale fu realizzato tra il 1405 e il 1410 sulle fondamenta di un preesistente edificio del 1251.[2]

Nel 1912 fu aggiunta all'edificio una nuova ala, nota come "municipio nuovo".[2]

Punti d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Esterni[modifica | modifica sorgente]

Facciata[modifica | modifica sorgente]

La facciata del municipio, realizzata tra il 1608 e il 1612 da Lüder von Bentheim nello stile del Rinascimento del Weser[1][2] è decorato con statue raffiguranti Carlo Magno con san Villeado, i sette principi elettori, i quattro profeti maggiori, i quattro saggi e San Pietro.[1][2]. Quelle che si vedono ora sono, tuttavia soltanto delle copie, in quanto gli originali sono stati trasferiti al Focke-Museum.[2]

Statua dei Musicanti di Brema[modifica | modifica sorgente]

All'esterno del municipio si trova la celebre Statua dei Musicanti di Brema, opera moderna, realizzata Gerhardt Marcks nel 1961 ed ispirata alla fiaba dei Fratelli Grimm.[1][2][7]
Sono raffigurati, dall'alto verso il basso, un gallo, un gatto, un cane e un asino.[1][2][7]

Interni[modifica | modifica sorgente]

Obere Halle[modifica | modifica sorgente]

La Obere Halle ("Sala Superiore") o Große Halle ("Sala Grande"), della lunghezza di 40 m[1][2][3][5] e della larghezza di 15 m[5], è la sala dove venivano approvate le leggi.[1]

Quest'ala dell'edificio è decorata con due affreschi attribuiti a Bartholomäus Bruyn il Vecchio[2] (Il Giudizio di Salomone del 1537[3] e L'imperatore e il vescovo[2]) e con dei modellini di navi, risalenti al XVI secolo-XVIII secolo, che pendono dal soffitto[2]

Tra le stanze di quest'ala dell'edificio, vi è la Güldenkammer, in puro Jugendstil.[2][8]

Untere Rathaushalle[modifica | modifica sorgente]

La Untere Rathaushalle ("Sala inferiore del Municipio") si compone di tre navate.[2] È collegata alla Obere Halle da una scala in legno del 1620.[2]

Ratskeller[modifica | modifica sorgente]

All'interno del municipio, è stata ricavata la Ratskeller ("Cantina del municipio"), un'enoteca-ristorante risalente agli inizi del XV secolo[2][9].

Una sala, la Hauff-Keller, è decorata con affreschi di Max Slevogt, risalenti al 1927 ed ispirati alle novelle di Wilhelm Hauss.[3][9]

Nell'enoteca vengono serviti oltre 600 tipi di vini.[1][7][10] Vi si trovano botti sono riccamente decorate: la più antica risale al 1723[9].

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j J. Egert-Romanowska - M. Omilanowska, Germania, Dorling Kindersley, London, 2000 - Mondadori, Milano, 2002, p.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s A.A.V.V., Germania Nord, Touring Club Italiano, Milano, 2003
  3. ^ a b c d e A.A.V.V., Guida Baedecker - Germania, Karl Baedercker, Stuttgart - De Agostini, Novara, 1992, p.
  4. ^ a b Bremen-Tourismus: Rathaus
  5. ^ a b c d e City Review: Bremer Rathaus
  6. ^ Town Hall and Roland on the Marketplace of Bremen - UNESCO World Heritage Centre
  7. ^ a b c Ivory, Michael, Le Guide Traveler di National Geographic - Germania, National Geographic Society, New York, 2004 - White Star, Vercelli, 2005, p. 136
  8. ^ Bremer Rathaus - Sito ufficiale: Güldenkammer
  9. ^ a b c Rathaus Bremen: Ratskeller
  10. ^ Bremer Tourismus: Bremer Ratskeller

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 53°04′33.24″N 8°48′27.36″E / 53.0759°N 8.8076°E53.0759; 8.8076