Municipio di Brema

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Municipio di Brema (Municipio e Statua di Rolando nel Marktplatz di Brema)
(EN) Town Hall of Bremen
(Town Hall and Roland on the Marketplace of Bremen)
EKT09-Bremen Marktplatz-01.jpg
Tipo Culturali
Criterio (iii) (iv)
Pericolo non in pericolo
Riconosciuto dal 2004
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Il Municipio di Brema (in tedesco: Bremer Rathaus) è uno storico edificio che si affaccia sulla Marktplatz ("Piazza del Mercato") di Brema, in Germania, costruito in stile gotico[1][2][3] tra il 1405 e il 1409/1410[1][2][4][5] e a cui fu aggiunta, tra il 1608/1609 e il 1612[2][3] una facciata nello stile del Rinascimento del Weser (opera di Lüder von Bentheim[1][2]).

L'edificio è inserito dall'Unesco - unitamente alla dirimpettaia Statua di Rolando (Bremer Roland) - nel Patrimonio dell'umanità (dal 2004).[4][5][6]

Ubicazione[modifica | modifica wikitesto]

Centro di Brema in 1603:
rosso = municipio primo, originalmente romanico, verde = casa succedente della scriptoria del municipio romanico
rosa profundo = municipio gotico
azurro = palazzo episcopale
Brema: il Marktplatz con il Municipio ed il Duomo
Brema: il Marktplatz con il Municipio e la Statua di Rolando
Piazza del mercato di Brema in 1796: rosso = minicipio, azurro = palazzo episcopale gotico, doppo 1819 uffizio municipale classicista

Il Municipio di Brema si trova al nr. 21 di Marktplatz[5]

Statue gotiche
Parte centrale della facciata
Municipio, piazza del mercato e parlamento oggi
Obere Halle – sala superiore
Sala superiore colle camere nel avancorpo: sopra l'archivo antico, giù la Camera Dorata
Untere Halle – sala inferiore
Cantina del municipio
La Festsaal nell'ala nuova del Municipio di Brema
La Kaminsaal nell'ala nuova

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Municipio primo[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio primo, originalemente de stile romanico, stava 70 metri a nordovest del edificio presente.

Municipio gotico[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio originale fu realizzato in stile gotico tra il 1405 e il 1410 sulle fondamenta di dui edifici preesistenti, la casa della gilda degli conciatori e la casa di un sindaco esiliato.[2] Il fu una manifestazione della forza municipale. Il fu posizionato fra il palazzo gotico arcivescovile un secolo piu vecchio e la piazza del mercato, che anche era compieto un secolo prima. Le due sale erano un po' piu lunghi e larghi che la sala grande del palazzo arcivescovile. La sala superiore (Obere Rathaushalle) è utilizzato per ceremonie. La sala inferiore (Untere Rathaushalle), in vecchi tempi era un mercato coperto, oggi e una sala d'esposizioni. In stato gotico aveva dui cammini di difesa, il cammino di ronda alla grondaia era accessibile per quattro torrini di scala agli angoli della casa. Il cammino sopra l'arcata era coperto. Sotto l'arcata era la locazione degli dibattimenti giuduziari. Il consiglio comunale teneva seduto in una camera chiamata Wittheitsstube dietro della sala superiore.

Rinascimiento[modifica | modifica wikitesto]

Del 1545 al 1550 si edificò un annesso fra il municipio ed il palazzo con la prima facciata di stile Rinascimiento del municipio. Un primo torrino fu smontato. Nel 1596 Lüder von Bentheim fece il primo passo della modernizzazione della facciata lunga verso la piazza del mercato. Le dieci finestre gotiche furono rimpiazzate per grande finestre rettangolari. Del 1608 al 1612 fu costruito il gran avancorpo, dui torrini furono smontati, ed il camino coperto fu ricostruito in dui balconi con balaustrate decorative. Anche il muro defensivo alla grondaia fu cambiato in una balaustrata decorativa.

Poi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1818/19 il palazzo arcivescovile fu riconstrutto in un edificio classicista degli uffizi municipali. Nel 1912 stesso edifizio fu demolito per edificare una nuova ala, nota come "municipio nuovo" (Neues Rathaus).[2] Nel 1888 la cantina fu ingrandita sotto del Kirchhof Unser Lieben Frauen (piazza Nostra Signora).

Punti d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Facciata[modifica | modifica wikitesto]

Le statue tra le finestre sono del quatrocento, ma particulamente furono rilocati colla ricostruzione rinascimentale. Stesse statue raffiguranno un imperatore e i sette principi elettori, i quattro profeti maggiori, i quattro saggi e San Pietro.[1][2]. Quelle che si vedono ora sono, tuttavia soltanto delle copie, in quanto gli originali sono stati trasferiti al Focke-Museum. La facciata del municipio al mercato fu ricostrutta tra il 1608 e il 1612 da Lüder von Bentheim nello stile del Rinascimento del Weser[1][2][2] L'innovazione maggiore di stessa ricostruzione fu il avancorpo centrale.

Sala Superiore[modifica | modifica wikitesto]

La Obere Rathaushalle ("Sala Superiore del Municipio") , della lunghezza di 40 m[1][2][3][5] e della larghezza di 15 m[5], è la sala dove venivano eleggiti le consiglieri.[1] Il consiglio municipale tennò seduta in una camera adiacente, chiamata Wittheitsstube.

Quest'ala dell'edificio è decorata con due affreschi attribuiti a Bartholomäus Bruyn il Vecchio[2] (Il Giudizio di Salomone del 1537[3] e L'imperatore Carlo Magno e il vescovo primo di Brema, san Villeado[2]) e con dei modellini di navi, risalenti al XVI secolo-XVIII secolo, che pendono dal soffitto[2]

Tra le stanze di quest'ala dell'edificio, vi è la Güldenkammer (Camera dorata), doppo 1909 rinovato in puro Jugendstil.[2][7]

Sala inferiore[modifica | modifica wikitesto]

La Untere Rathaushalle ("Sala inferiore del Municipio") si compone di tre navate.[2] È collegata alla Obere Halle da una scala in legno del 1620.[2]

Cantina del municipio[modifica | modifica wikitesto]

Sotto la sala inferiore, è la Ratskeller ("Cantina del municipio"), un'enoteca-ristorante risalente agli inizi del XV secolo[2][8].

Una sala, la Hauff-Keller, è decorata con affreschi di Max Slevogt, risalenti al 1927 ed ispirati alle novelle di Wilhelm Hauff.[3][8]

Nell'enoteca vengono serviti oltre 600 tipi di vini.[1][9][10] Vi si trovano botti sono riccamente decorate: la più antica risale al 1723[8].

Statua dei Musicanti di Brema[modifica | modifica wikitesto]

All'esterno del municipio si trova la celebre Statua dei Musicanti di Brema, opera moderna, realizzata Gerhardt Marcks nel 1961 ed ispirata alla fiaba dei Fratelli Grimm.[1][2][9]
Sono raffigurati, dall'alto verso il basso, un gallo, un gatto, un cane e un asino.[1][2][9]

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j J. Egert-Romanowska - M. Omilanowska, Germania, Dorling Kindersley, London, 2000 - Mondadori, Milano, 2002, p.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s A.A.V.V., Germania Nord, Touring Club Italiano, Milano, 2003
  3. ^ a b c d e A.A.V.V., Guida Baedecker - Germania, Karl Baedercker, Stuttgart - De Agostini, Novara, 1992, p.
  4. ^ a b Bremen-Tourismus: Rathaus
  5. ^ a b c d e City Review: Bremer Rathaus
  6. ^ Town Hall and Roland on the Marketplace of Bremen - UNESCO World Heritage Centre
  7. ^ Bremer Rathaus - Sito ufficiale: Güldenkammer
  8. ^ a b c Rathaus Bremen: Ratskeller
  9. ^ a b c Ivory, Michael, Le Guide Traveler di National Geographic - Germania, National Geographic Society, New York, 2004 - White Star, Vercelli, 2005, p. 136
  10. ^ Bremer Tourismus: Bremer Ratskeller

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4327697-0

Coordinate: 53°04′33.24″N 8°48′27.36″E / 53.0759°N 8.8076°E53.0759; 8.8076