Municipio Roma IV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Municipio IV)
Municipio Roma IV
municipio
Municipio Roma IV – Stemma Municipio Roma IV – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Roma-Stemma.png Roma
Comune Roma-Stemma.png Roma Capitale
Amministrazione
Presidente Emiliano Sciascia (Partito Democratico) dal 10 giugno 2013
Data di istituzione 11 marzo 2013
Territorio
Coordinate 41°56′00.57″N 12°35′55.49″E / 41.933491°N 12.598746°E41.933491; 12.598746 (Municipio Roma IV)Coordinate: 41°56′00.57″N 12°35′55.49″E / 41.933491°N 12.598746°E41.933491; 12.598746 (Municipio Roma IV)
Superficie 49,152 km²
Abitanti 178 599 (2010)
Densità 3 633,61 ab./km²
Sottodivisioni 10
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Cartografia

Municipio Roma IV – Localizzazione

Sito istituzionale

Municipio Roma IV è la denominazione della quarta suddivisione amministrativa di Roma Capitale, a est del centro storico lungo l'asse della Via Tiburtina. È stato istituito dall'Assemblea Capitolina, con la delibera n.11 dell'11 marzo 2013, sostituendo il precedente municipio Roma V (già "Circoscrizione V").

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La suddivisione urbanistica del territorio comprende le dieci zone urbanistiche dell'ex Municipio Roma V e la sua popolazione è così distribuita[1]:

Municipio Roma IV (Tiburtina)
5a Casal Bertone 16.435
5b Casal Bruciato 22.413
5c Tiburtino Nord 21.163
5d Tiburtino Sud 24.998
5e San Basilio 27.236
5f Tor Cervara 1.758
5g Pietralata 14.876
5h Casal de' Pazzi 27.896
5i Sant'Alessandrino 10.074
5l Settecamini 11.402
Non Localizzati 348
Totale 178.599

Il territorio si estende sui seguenti quartieri:

e sulle seguenti zone:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area compresa tra la via Tiburtina e il fiume Aniene è stata fin dall'antichità un luogo di passaggio e di transumanza tra le montagne appenniniche e la costa tirrenica, e in epoca romana risulta essere stata disseminata di ville rustiche, riconvertite poi nel Medioevo in domuscultae e fortificazioni, come il resto dell'Agro Romano[2] [3].

Il tessuto urbanistico risale prevalentemente al secondo dopoguerra, eccetto alcune vecchie borgate degli anni trenta e quaranta, quali Pietralata, Ponte Mammolo, Tiburtino III e San Basilio, nonché il centro agricolo di Settecamini.

La tipologia edilizia della parte più vicina al centro è quella intensiva, con palazzi alti e pochissimo verde tipica degli anni cinquanta e sessanta (Casal Bertone, Portonaccio, Casal Bruciato). L'unica eccezione sono le costruzioni dell'INA-Casa a Casal Bruciato (lungo via Tiburtina) e Ponte Mammolo (tra via Tiburtina e l'Aniene), con case in linea, a torre e a schiera dal disegno urbano originale realizzate dai migliori architetti "neorealistici" dell'epoca, tra cui Mario Ridolfi e Ludovico Quaroni. Man mano che ci si allontana verso la periferia prevalgono invece quartieri più estensivi con maggiore dotazione di verde pubblico (Colli Aniene, Verderocca, Casal de' Pazzi, Torraccia, Casal Monastero, Casal Bianco).

Rimane comunque un'ampia estensione di territorio non edificato, in parte legato all'ex SDO di Pietralata, che nel nuovo Piano Regolatore Generale del comune è destinato a diventare centralità metropolitana[4] insieme all'area intorno al nodo di scambio di Ponte Mammolo[5].

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

I confini del territorio sono a nord la via Nomentana, a est il comune di Guidonia Montecelio, a sud il fiume Aniene, l'autostrada A24 e la ferrovia Roma-Pescara, a ovest la ferrovia Roma-Firenze.

Vi è insediata l'area industriale denominata "Tiburtina Valley", che rimane il maggiore polo manifatturiero romano, sia pure soggetto al fenomeno della deindustrializzazione che sta sostituendo le vecchie fabbriche con servizi e centri commerciali; per arginare tale dinamica, è in corso di sviluppo il Polo tecnologico o Tecnopolo Tiburtino[6].

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Mezzi pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma B.svg
 È raggiungibile dalle stazioni: RebibbiaPonte MammoloSanta Maria del SoccorsoPietralataMonti TiburtiniTiburtina e Quintiliani.
Ferrovia regionale laziale FR2.svg
 È raggiungibile dalle stazioni di: Roma TiburtinaSerenissimaPalmiro Togliatti e Lunghezza.

Il Trasporto pubblico è assicurato da numerosi punti di accesso alle linee su ferro, oltre che da molte linee di autobus:

Strade[modifica | modifica wikitesto]

La mobilità su gomma è assicurata dalla SS5 Tiburtina, in corso di raddoppio tra Rebibbia e Setteville di Guidonia, e dal tratto urbano dell'autostrada A24. I collegamenti tangenziali sono rappresentati invece dagli assi di via dei Monti Tiburtini-via Fiorentini, viale Kant-viale Togliatti, via del Casale di San Basilio-via di Tor Cervara e dal Grande Raccordo Anulare.

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

  • Biblioteca Comunale Vaccheria Nardi
  • Biblioteca del Centro Culturale "Aldo Fabrizi"
  • Biblioteca "Fabrizio Giovenale" del Centro di Cultura Ecologica-Archivio ambientalista Casale Alba 3

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Parchi e Ville[modifica | modifica wikitesto]

Ospedali[modifica | modifica wikitesto]

Luoghi rilevanti[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti del Municipio[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2013 In carica Emiliano Sciascia[7] Partito Democratico Presidente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roma Capitale - Dipartimento risorse tecnologiche - servizi delegati - statistica. Iscritti in anagrafe al 31-12-2010.
  2. ^ Storia del Municipio Roma V
  3. ^ Siti archeologici nel Municipio Roma V
  4. ^ Centralità di Pietralata
  5. ^ Centralità di Ponte Mammolo
  6. ^ Centralità del Polo Tecnologico
  7. ^ Giunta di centro-sinistra; eletto al ballottaggio il 9-10 giugno 2013 con il 66,62% dei voti - Dati elettorali

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carmelo Calci (a cura di), Roma oltre le mura. Lineamenti storico topografici del territorio della V Circoscrizione, Roma, 1998.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma