Mummie del Tarim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il bacino del Tarim in Asia centrale con il deserto di Taklamakan.
Espansione indo-europea dal 4000-1000 a.C. secondo la teoria kurganica
Una delle mummie del Tarim

Con il termine Mummie del Tarin ci si riferisce a un gruppo di mummie, di diverse epoche e condizioni, rinvenute nella valle del fiume Tarin (Cina del nord). La peculiarità di tali reperti è che presentano caratteristiche caucasiche (fra cui spesso sono riconoscibili capelli biondi o biondo-rossicci) in netto contrasto con le popolazioni mongole quivi largamente dominanti. Costituiscono quindi una documentazione importante per determinare la diffusione dei diversi gruppi etnici nei continenti in età preistorica. Il gruppo comprende, fra l'altro, la cosiddetta "Bellezza di Loulan" (circa 1800 a.C.) ed il più giovane "Uomo di Charchan" (circa 1000 a.C.)[1].

Primi indizi e ritrovamenti[modifica | modifica sorgente]

Già Plinio il Vecchio[2] riportava l'esistenza di popolazioni alte e dai capelli e occhi chiari al di là dell'Himalaya. Analogamente l'esploratore cinese del 126 a.C. Zhang Qian trovò influenze greche in alcuni regni in questa regione ad Ovest della Cina. All'inizio del ventesimo secolo, gli esploratori europei che viaggiavano nell'Asia Centrale alla ricerca di antichità, dichiararono di avere visto mummie dalle caratteristiche occidentali, fotografate in seguito dall'archeologo Sir Aurel Stein. Alla fine del 1980 nel bacino del Tarim (l'attuale Xinjiang), furono trovate, perfettamente conservate, mummie appartenenti ad antiche popolazioni indo-europee lì residenti già nel secondo millennio a.C.

Implicazioni politico-culturali[modifica | modifica sorgente]

La scoperta si a risvolti politico-culturali e mediatici perché dimostrerebbe che i primi abitatori della regione furono di origine caucasoide od europea e non asiatica[3]; non manca la suggestiva ipotesi che siano stati questi popoli indoeuropei a far conoscere alla futura civiltà cinese la ruota, l'uso del carro e del cavallo ed i primi oggetti metallici[4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Foto delle mummie
  2. ^ Le storie naturali - Cap. XXIV "Taprobane"
  3. ^ «Dal 1800 a.C. le prime mummie del bacino del Tarim sono caucasoidi o europoidi. Immigrati asiatici dall'est arrivarono nella parte orientale del bacino circa 3000 anni fa, mentre i popoli Uighur arrivarono dopo il crollo del regno Orkon Uighur, nell'attuale Mongolia, intorno al 842 a.C.» Victor Mair in "A meeting of civilisations: The mystery of China's celtic mummies"
  4. ^ Le mummie di Xinjiang

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Archeologia