Mulino a vento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mulini a vento)
Un tipico mulino a vento olandese circondato da tulipani
Mulini a vento a Campo de Criptana nella Mancia in Spagna

Il mulino a vento è una struttura costruita per sfruttare l'energia del vento (energia eolica) trasformandola in energia meccanica (ovvero energia cinetica) utilizzabile per scopi o processi agricoli, artigianali e industriali.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Il mulino a vento ebbe origine in Persia circa 3.000 anni prima di Cristo, anche se secondo altre fonti fu inventato intorno al VII secolo d.C. nella regione del Sistan, oggi in Afghanistan.[1][2] Era sostenuto da strutture innalzate sulla torre di un castello o in cima a una collina; il vano superiore ospitava le macine, quello inferiore alloggiava il rotore. In passato era usato fra l'altro per produrre farina.
I mulini a vento hanno avuto notevole importanza nel sollevamento dell'acqua in Olanda (dal 1180[3]) e in Inghilterra prima dell'invenzione della macchina a vapore.
Nell'Ottocento negli Stati Uniti fu ideato un mulino a vento usato per prelevare acqua da un pozzo a scopo irriguo; tale soluzione si è poi diffusa in tutto il mondo perché semplice ed efficace.

Un mulino a vento a Trapani

In Italia antichi mulini a vento a sei pale, conservati o restaurati, sono tuttora in uso nelle saline di Trapani per macinare il sale o pompare acqua di mare da una vasca all'altra.

Mulino fenicio[modifica | modifica wikitesto]

Nell'area del Mare Mediterraneo orientale in passato si era diffuso anche un modello di mulino eolico chiamato mulino fenicio, in cui le pale erano posizionate all'interno del corpo della costruzione, di forma cilindrica. Le finestre sul mulino indirizzavano l'aria all'interno muovendo le pale. Questo tipo di mulino era adatto a zone con venti deboli ma costanti. Un bell'esempio di mulino fenicio è situato nel comune di Borgio Verezzi in provincia di Savona.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Erich Hau, Wind Turbines: Fundamentals, Technologies, Application, Economics, 3ª ed., Springer [2000], 2013, p. 2, ISBN 978-3-642-27150-2.
  2. ^ "Ingegneria meccanica nel Vicino oriente medievale", di Donald R.Hill, pubbl. su "Le Scienze (Scientific American)", num.275, luglio 1991, pag.92-98
  3. ^ Sicuro di sapere? - Sapere.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]