Muji

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MUJI
Ryohin Keikaku Co., Ltd.
Kabushiki-gaisha Ryōhin Keikaku
株式会社良品計画
Stato Giappone Giappone
Tipo Azienda pubblica
Fondazione dicembre 1980 a Giappone
Sede principale Tokio
Settore Vendita al dettaglio
Prodotti Arredamento
Abbigliamento
Cancelleria
Sito web www.muji.com

Muji è un'azienda multinazionale di arredamento e abbigliamento giapponese fondata nel 1980.

Produce capi di abbigliamento, complementi di arredo e accessori da viaggio, ed è nota per il suo stile essenziale e privo di loghi e simboli. Investe inoltre nel riciclo dei materiali e nel mancato utilizzo di imballaggi e packaging.[1]

Il nome, usato dal 1999, deriva dalla frase "Mujirushi Ryōhin", che in giapponese significa "buoni prodotti senza marchio".[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Mujirushi Ryōhin era inizialmente una linea di prodotti lanciata nel dicembre 1980 dalla catena giapponese di supermercati The Seiyu. La linea si proponeva di offrire buoni prodotti a basso prezzo. I prodotti venivano imballati nel cellophane con applicate semplici etichette di carta.

Il primo negozio Mujirushi Ryōhin indipendente dalla catena The Seiyu viene aperto nel 1983. Due anni più tardi partono le prime forniture a livello mondiale, e nel 1987 vengono aperti stabilimenti di produzione esteri.

Nel 1989 la Ryohin Keikaku Ltd. diviene il produttore e rivenditore dell'intero catalogo di prodotti della Mujirushi Ryōhin, con commesse che vanno dalla progettazione allo sviluppo, dalla produzione alla distribuzione fino alla vendita.

Nel 1991 la Mujirushi Ryōhin apre il primo negozio oltreoceano a Londra.

Produzione e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione di Muji iniziò con 40 articoli in totale, che spaziavano da capi di abbigliamento per uomo e donna, articoli da cancelleria, prodotti alimentari e articoli da cucina. Attualmente il catalogo comprende più di 7000 prodotti diversificati nelle linee Cafè Muji, Meal Muji, Muji Campsite e una linea di complementi d'arredo. Recentemente l'azienda sta muovendo i primi passi anche nell'edilizia.

Tra gli obiettivi dell'azienda, c'è quello di limitare la produzione in base all'effettiva richiesta, evitando sprechi e costi.

A dicembre 2010, Muji è presente nel mondo con 212 negozi e 127 outlet[3], tra cui Stati Uniti (4), Cina (26), Inghilterra (13), Germania (5), Francia (7), Svezia (7), Spagna (5), Portogallo (1), Norvegia (6), Turchia (2), Polonia (1), Irlanda (1), Hong Kong (13), Singapore (4), Taiwan (19), Corea del Sud (8), Thailandia (8), Indonesia (1) e Filippine (5).[3][4] In Italia, a maggio 2013, è presente con nove negozi: Milano: C.so Buenos Aires 36, Via Torino 51, C.so vercelli 11, Rinascente piano -1 (Duomo), Piazza Gae Aulenti 8 (Porta Nuova Garibaldi) (5), Roma - via del tritone 199/200 (1), Bologna - via Ugo Bassi 6/A (1), Torino - via G. Garibaldi 3/B (1) e Venezia - Fondamenta santa Lucia Cannaregio 23 (1).[5]

In totale, la Ryohin Keikaku ha 285 negozi in Giappone, con circa 3400 impiegati.

Design e politica del "no-brand"[modifica | modifica wikitesto]

Il design che caratterizza l'idea di base dell'azienda è sostanzialmente funzionale, ridotto al minimo utile, totalmente privo di decorazioni e con limitata varietà di colori. I prodotti, inoltre, vengono esposti su scaffali, senza imballaggio e con una semplice etichetta che mostra i dati utili e il prezzo.

Muji è nota per l'assenza di loghi e simboli sui suoi prodotti, e per la quasi inesistenza di marketing. Il suo successo è basato sul passaparola, sulla filosofia della semplicità e sul movimento "no-brand", che accomuna quella fascia di clientela che cerca, per ragioni estetiche e concettuali, oggetti e capi d'abbigliamento non marchiati.[6][7][8][9]

L'idea che sta alla base della politica aziendale di Muji segue la Filosofia giapponese del "Kanketsu", ovvero il concetto di semplicità, che mira a «portare un senso di calma nella vita caotica dei giorni nostri».[10] In un'intervista, il presidente di Muji USA, Hiroyoshi Azami, descrive la missione dell'azienda quella di offrire prodotti semplici e necessari.[11]

La produzione dei prototipi viene eseguita con modelli reali in carta, invece che simulata al computer. Ciò scoraggia lo sviluppo di inutili dettagli e complicazioni, che farebbero lievitare i costi e i problemi durante la produzione, che invece è pensata in maniera da minimizzare i passaggi e massimizzare la resa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ryohin Keikaku, "What is MUJI?"
  2. ^ MUJI Online - ABOUT MUJI
  3. ^ a b Ryohin Keikaku Co., Ltd. | Corporate Information
  4. ^ MUJI Global | Store Locator
  5. ^ MUJI Global | Store Locator
  6. ^ Muji: The Japanese 'No-Brand'
  7. ^ Matt Heig, Brand Royalty: How the World's Top 100 Brands Thrive and Survive, p. 216.
  8. ^ mac oosthuizen
  9. ^ MUJI a life-oriented philosophy
  10. ^ Muji Online - About Muji
  11. ^ MUJI Interview Part 3 of 3 // Current TV

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]