Muirfield (montagna sottomarina)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Muirfield (seamount))
Muirfield
Stato Australia Australia
   Isole Cocos (Keeling) Isole Cocos (Keeling)
Altezza 5000 ; sommità: -16 m s.l.m.
Catena montagna sottomarina
Coordinate 13°13′30″S 96°07′30″E / 13.225°S 96.125°E-13.225; 96.125Coordinate: 13°13′30″S 96°07′30″E / 13.225°S 96.125°E-13.225; 96.125
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Oceano Indiano
Muirfield

Il Muirfield è una montagna sottomarina localizzata nell'Oceano Indiano circa 70 miglia nautiche (130 chilometri) a sud-ovest delle Isole Cocos alle coordinate 13º 13′ 30″ S e 96º 7′ 30″ E. Le Isole di Cocos sono territorio australiano, e perciò anche il Muirfield è incluso nella Zona Economica Esclusiva dell'Australia.

L'incidente della MV Muirfield[modifica | modifica wikitesto]

Il Muirfield fu scoperto accidentalmente nel 1973 dopo che la nave mercantile "MV Muirfield" (denominata dalla località di Muirfield, in Scozia), la quale stava navigando in acque che in base alle carte nautiche avrebbero dovuto essere profonde più di 5000 metri, urtò improvvisamente un oggetto sconosciuto subendo un danno esteso alla chiglia[1]. In seguito venne localizzato nel 1983 dall'"HMAS Moresby", una nave della Reale marina militare australiana che si era recata in loco per studiare l'area dell'incidente. Il monte, appartenente all'arcipelago Cocos, aveva un diametro di circa 1,5 miglie nautiche, ma la sommità era posta appena 16-18 metri sotto la superficie del mare. Si riconobbe da allora che i monti sottomarini possono costituire anche un inatteso pericolo per la navigazione, sebbene la probabilità che passino inosservati ad una nave provvista di sonar appaia abbastanza bassa.

La scoperta fortuita e drammatica del Muirfield è citata come un esempio di limitazioni nell'accuratezza di dati relativi alla profondità di alcune aree lungo la costa come sono spesso presentati nelle tabelle di navigazione oceanica, specialmente nelle tabelle su piccola scala. Un incidente simile che coinvolse una nave passeggeri si verificò nel 1992 quando la nave di linea di "RMS Queen Elizabeth 2" urtò uno scoglio sommerso nei pressi delle Isole Block nell'Oceano Atlantico[2]. Più grave l'incidente che l'8 gennaio 2005 coinvolse l'USS San Francisco, un sottomarino nucleare di classe Los Angeles il quale urtò contro un monte sottomarino alla velocità di 35 nodi subendo gravi danni; nell'impatto un marinaio perse la vita e altri 97 rimasero feriti[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Calder, Nigel. How to Read a Navigational Chart: A Complete Guide to the Symbols, Abbreviations, and Data Displayed on Nautical Charts. International Marine/Ragged Mountain Press, 2002.
  2. ^ British Admiralty. The Mariner's Handbook. 1999 edition, page 23.
  3. ^ Philip N. Ledoux, SSN 711 (USS San Francisco) ([1])

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]