Muhammad VI al-Habib

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Muhammad VI al-Habib

Muhammad VI al-Habib (Palazzo di Bardo, 13 agosto 1858Cartagine, 13 febbraio 1929) è stato Bey di Tunisi dal 1922 alla propria morte.

Investito del titolo di Principe della Corona il 12 maggio 1906, egli succedette al trono in seguito al cugino, Naceur Bey, l'8 luglio 1922. Nominato Maggiore-Generale dell'armata tunisina il 12 maggio 1906, venne promosso al rango di Maresciallo il 10 luglio 1922.

Egli inaugurò la fondazione dell'Istituto Moslem della Moschea di Parigi nel luglio del 1926. Egli fu anche il primo capo di stato tunisino il cui nome venne posto d'obbligo tra le preghiere del venerdì della tradizione musulmana locale, sintomo di una sempre crescente indipendenza che il paese aveva acquisito dalla cultura turca dal crollo dell'Impero Ottomano.

Beneficiando del vantaggio di essere un generale francese in Tunisia, Lucien Saint lo invitò, assieme ai figli Azzeddine Bey e Lamine Bey, il 26 luglio 1923 a soggiornare a Marignac

Alla sua morte venne sepolto nel mausoleo di Tourbet El Bey a Tunisi.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di I classe dell'Ordine di Nichan Iftikar - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I classe dell'Ordine di Nichan Iftikar
Predecessore Bey di Tunisi Successore
Muhammad V an-Nasir 1922-1929 Ahmad II ibn Ali
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie