Muhammad Shah Qajar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Muhammad Shah Qajar
Mohammadshah.jpg
Scià di Persia
In carica 23 ottobre 1834 - 5 settembre 1848
Predecessore Fath Ali Shah
Successore Nasser al-Din Shah Qajar
Nascita Tabriz, 5 gennaio 1808
Morte Teheran, 5 settembre 1848
Casa reale Qajar
Padre Abbas Mirza
Consorte Malika Jahan Khanum (1805 - Teheran, 2 giugno 1873)
Religione Islam sciita

Muhammad Shah Qajar (persiano: محمد شاه قاجار‎; Tabriz, 5 gennaio 1808Teheran, 5 settembre 1848) fu scià di Persia dal 23 ottobre 1834 al 5 settembre 1848.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ascesa al potere[modifica | modifica sorgente]

Muhammad Shah era figlio di Abbas Mirza, principe ereditario e governatore dell'Azerbaigian, che a sua volta era figlio dello scià Fath Ali Shah. Abbas Mirza era l'erede al trono ma data la sua morte prematura Fath Ali designò il nipote Muhammad quale suo erede. Dopo la morte dello scià uno dei suoi tanti figli, Ali Mirza, tentò di opporsi all'ascesa al trono di Muhammad. Il dominio di Ali durò appena 40 giorni e venne deposto da Mirza Abolghasem Ghaem Magham Farahani.

Regno[modifica | modifica sorgente]

Una volta salito al trono Muhammad Shah concesse il perdono ad Ali Mirza e conferì a Farahani la carica di primo ministro. Nel 1835 quest'ultimo venne giustiziato per ordine dello scià, il quale era stato consigliato da Hajj Mirza Aghasi che diverrà primo ministro.

Muhammad Shah tentò per ben due volte di conquistare la città di Herat, all'epoca controllata dagli inglesi. Per cercare di sconfiggerli infatti lo scià aveva chiesto aiuto a re Luigi Filippo di Francia. Nel 1839 Luigi Filippo inviò a Tabriz due istruttori militari ma nonostante questo non riuscì a conquistare la città[1][2].

Durante il suo regno la Persia cadde sotto l'influenza dell'Impero russo[1][2] e tentò di modernizzare il paese e di avvicinarlo all'Occidente. La sua opera innovatrice verrà poi portata avanti dal suo successore Nasser al-Din Shah Qajar.

Morì di gotta nel 1848 all'età di 40 anni.

Figli[modifica | modifica sorgente]

Muhammad Shah ebbe 15 mogli dalle quali ebbe 20 figli, 11 maschi e 9 femmine[3]. Di questi sette morirono in tenera età. Tra quelli che raggiunsero l'età adulta si possono ricordare:

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea (Impero di Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea (Impero di Russia)
— 1834
Cavaliere dell'Ordine di Sant'Alexander Nevsky (Impero di Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Alexander Nevsky (Impero di Russia)
— 1834
Cavaliere dell'Ordine di San Stanislao (Impero di Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Stanislao (Impero di Russia)
— 1834
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Impero di Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Impero di Russia)
— 1834
Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna (Impero di Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna (Impero di Russia)
— 1834

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Enciclopedia Britannica
  2. ^ a b (EN) Iran Chamber Society
  3. ^ (EN) Elenco delle mogli e dei figli di Muhammad Shah Qajar

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Scià di Persia Successore Flag of Agha Mohammad Khan.svg
Fath Ali Shah 1834 - 1848 Nasser al-Din Shah Qajar

Controllo di autorità VIAF: 70798539 LCCN: n2005050569