Muhammad Sayyid Tantawi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Muḥammad Sayyid Ṭanṭāwī (arabo: محمد سيد طنطاوى‎) noto come Shaykh Ṭanṭāwī (Sohag, 28 ottobre 1928Riyad, 10 marzo 2010) è stato un religioso egiziano. Dal 1996 era imam e Shaykh[1] della università coranica di al-Azhar, considerato il centro principale del sunnismo nell'intero mondo islamico.

È scomparso nel 2010 all'età di 81 anni per una crisi cardiaca durante una visita in Arabia Saudita.

Hanno destato grande interesse e scalpore le sue prese di posizione nel 2009, in cui egli dichiarava "estraneo al contesto religioso" l'uso del burka e del niqab, sottolineando la validità dell'uso del solo hijab.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Equivalente a Rettore, lo Shaykh di al-Azhar costituisce - dopo la riforma voluta da Muhammad Abduh - la personalità di maggior rilevanza nel panorama religioso egiziano, precedendo il Mufti d'Egitto.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 107602260 LCCN: n88226811

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie