Movistar Team

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Movistar Team
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
La Caisse d'Epargne alla cronosquadre del Tour de Romandie 2009
La Caisse d'Epargne alla cronosquadre del Tour de Romandie 2009
Informazioni
Codice UCI MOV
Nazione Spagna Spagna
Debutto 1980
Specialità Strada
Status UCI World Tour
Biciclette Canyon
Sito ufficiale Movistar Team
Staff tecnico
Gen. manager Eusebio Unzué
Dir. sportivi José Luis Jaimerena
Alfonso Galilea
José Vicente García
José Luis Laguía
José Luis Arrieta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Divisa

La Movistar Team (codice UCI: MOV), nota in precedenza come Reynolds, Banesto, Illes Balears e Caisse d'Epargne, è una squadra maschile di ciclismo su strada spagnola. Ha licenza da UCI World Tour, che le consente di partecipare alle gare dell'omonimo calendario. Si è aggiudicata l'UCI ProTour 2008 e l'UCI World Tour 2013.

Lo sponsor principale, la Movistar, è un operatore di telefonia mobile spagnolo. Nella prima metà degli anni novanta la squadra, nota come Banesto, vinse cinque Tour de France e due Giri d'Italia con Miguel Indurain.

Dal 2008 Eusebio Unzue è manager della squadra, dopo che il manager storico, José Miguel Echavarri, si è ritirato dall'attività. Tra i direttori sportivi della squadra vi sono anche Neil Stephens, Alfonso Galilea e José Luis Jaimerena. La sede del team è ad Egüés, un comune della Navarra (Spagna), nell'area metropolitana di Pamplona.[1]

Dal 1980 ad oggi, conta sette vittorie del Tour de France, di cui cinque vinti consecutivamente da Miguel Indurain, due del Giro d'Italia e tre Vuelta a España.

Storia[modifica | modifica sorgente]

1980-1989: Reynolds[modifica | modifica sorgente]

La squadra venne creata nel 1980 ed assunse il nome del maggiore sponsor, la Reynolds, con José Miguel Echavarri nel ruolo di direttore sportivo. Nel 1982 fu messo sotto contratto un giovane Pedro Delgado che agì da gregario per il capitano Ángel Arroyo durante la Vuelta a España.[2] Arroyo vinse la Vuelta, grazie anche alla squadra che controllò la corsa ma, 48 ore dopo la vittoria finale, fu resa nota la sua positività in un controllo antidoping al metilfenidato (Ritalin). Sia il ciclista che la squadra negarono coinvolgimenti e chiesero le contro analisi che confermarono però la positività. Arroyo diventò il primo vincitore della Vuelta a España ad essere squalificato.[3] Delgado cambiò squadra nel 1985 ma ritornò alla Reynolds nel 1988, anno in cui vinse Tour de France, seguito dalla Vuelta a España 1989. Nel 1984 debuttò come professionista con la squadra Miguel Indurain.

1990-2003: Banesto e iBanesto.com[modifica | modifica sorgente]

Nel 1990 la banca spagnola Banesto diventò lo sponsor principale della squadra, sostituendo la Reynolds. Delgado fu scelto come capitano per il Tour de France mentre Miguel Indurain e Julián Gorospe erano i leader per le gare a tappe di una settimana. Quando Gorospe diventò leader della Vuelta, la squadra decise di supportarlo per tentare di vincere la gara. Gorospe perse però la maglia gialla e Delgado passò alla guida della classifica generale. Quest'ultimo venne però scavalcato dall'italiano Marco Giovannetti e terminò la corsa solo al secondo posto.

Negli anni successivi, Indurain diventò dominatore delle gare a tappe, vincendo cinque edizioni del Tour de France e due del Giro d'Italia. Delgado rimase il capitano designato per la Vuelta. La squadra ottenne successi anche con Jean-François Bernard, che vinse l'edizione 1992 della Paris-Nice, e con Abraham Olano, che vinse la Vuelta del 1998. Alex Zülle firmò per la Banesto e ottenne il secondo posto al Tour de France 1999 mentre lo scalatore José María Jiménez vinse due tappe alla Vuelta a España. Negli ultimi anni cambiò nome in iBanesto.com.

2004-2005: Illes Balears[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004 diventò sponsor principale il Governo delle Isole Baleari e nel 2005 diventò co-sponsor la banca francese Caisse d'Epargne che, a partire dal 2006, acquisì maggiore importanza e nel 2007 diventò unico sponsor, dopo la rinuncia del Governo delle Baleari.

2006-2010: Caisse d'Epargne[modifica | modifica sorgente]

La Caisse d'Epargne-Illes Balears terminò quinta nella classifica a squadre del Tour de France 2006 (56'53" dietro T-Mobile Team). Nella classifica individuale, Óscar Pereiro finì la corsa in seconda posizione. La vittoria dello statunitense della Phonak Floyd Landis fu subito messa in dubbio, dopo che risultò positivo in un test delle urine dopo aver vinto la diciassettesima tappa al testosterone sintetico e con un rapporto tra testosterone ed epitestosterone vicino a tre volte il limite permesso dal regolamento della World Anti-Doping Agency.[4]

Dopo le controanalisi, anch'esse positive, e due anni di appelli in tribunale, Pereiro fu ufficialmente riconosciuto vincitore del Tour. Nel 2010 David Arroyo si classifica secondo al giro d'Italia con un distacco dal vincitore Basso di 1'51". Pochi giorni dopo la fine del giro 2010 il leader della squadra Alejandro Valverde viene squalificato per due anni a livello mondiale per essere finito nell'inchiesta dell'Operacion Puerto del 2006, allo spagnolo sono state anche tolte tutte le vittorie dal 1º gennaio 2010 e la prima posizione nella classifica UCI. La squalifica terminerà nel 2011[5].

2011: Movistar[modifica | modifica sorgente]

La fine della stagione 2010 vede anche la fine della sponsorizzazione della Caisse d'Epargne e l'arrivo della Telefónica, compagnia di telecomunicazioni spagnola. La nuova squadra prende il nome dalla Movistar, la divisione della telefonia mobile dell'azienda[6]. La rosa di Unzue perde Alejandro Valverde e Rui Costa, squalificati per doping, e Luis León Sánchez, andato alla Rabobank[7]. L'assenza di un vero capitano, pone in testa al team i corridori più rappresentativi, gli spagnoli David Arroyo, Rubén Plaza e Xavier Tondó per i grandi giri, José Joaquín Rojas e Francisco Ventoso per le volate[6].

Cronistoria[modifica | modifica sorgente]

Annuario[modifica | modifica sorgente]

Anno Codice Nome Cat. Biciclette Dirigenza
1980 - Spagna Reynolds - Benotto Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: -
1981 - Spagna Reynolds-Galli - Galli Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: -
1982 - Spagna Reynolds-Galli - Galli Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: -
1983 - Spagna Reynolds-Galli - Galli Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: -
1984 - Spagna Reynolds - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué
1985 - Spagna Reynolds-TS Batteries - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué
1986 - Spagna Reynolds-Reynolon - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué
1987 - Spagna Reynolds-Seur-TS Batteries - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué
1988 - Spagna Reynolds-Reynolon-Pinarello - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué
1989 - Spagna Reynolds-Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué
1990 BAN Spagna Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, Francis Lafargue
1991 BAN Spagna Banesto - Razesa/TVT Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, Francis Lafargue
1992 BAN Spagna Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, Francis Lafargue
1993 BAN Spagna Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, Francis Lafargue
1994 BAN Spagna Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis López, Javier Minguez, Francis Lafargue
1995 BAN Spagna Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis López, Javier Minguez
1996 BAN Spagna Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena
1997 BAN Spagna Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
1998 BAN Spagna Banesto - Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
1999 BAN Spagna Banesto GSI Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2000 BAN Spagna Banesto GSI Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2001 BAN Spagna iBanesto.com GSI Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2002 BAN Spagna iBanesto.com GSI Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2003 BAN Spagna iBanesto.com GSI Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2004 IBB Spagna Illes Balears-Banesto GSI Opera Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2005 IBA Spagna Illes Balears (fino al 11 giugno)
Spagna Illes Balears-Caisse d'Epargne (dal 12 giugno)
PT Opera Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2006 CEI Spagna Caisse d'Epargne-Illes Balears PT Opera Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2007 GCE Spagna Caisse d'Epargne PT Pinarello Manager: José Miguel Echevarri
Dir. sportivi: Eusebio Unzué, José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea
2008 GCE Spagna Caisse d'Epargne PT Pinarello Manager: Eusebio Unzué, José Miguel Echevarri (fino a febbraio)
Dir. sportivi: José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea, Yvon Ledanois, Neil Stephens, Francis Lafargue
2009 GCE Spagna Caisse d'Epargne PT Pinarello Manager: Eusebio Unzué
Dir. sportivi: José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea, Yvon Ledanois, Neil Stephens
2010 GCE Spagna Caisse d'Epargne PT Pinarello Manager: Eusebio Unzué
Dir. sportivi: José Luis Jaimerena, Alfonso Galilea, Yvon Ledanois, Neil Stephens
2011 MOV Spagna Movistar Team WT Pinarello Manager: Eusebio Unzué
Dir. sportivi: José Luis Jaimerena, José Luis Arrieta, Alfonso Galilea, Yvon Ledanois
2012 MOV Spagna Movistar Team WT Pinarello Manager: Eusebio Unzué
Dir. sportivi: José Luis Jaimerena, José Luis Arrieta, Alfonso Galilea, Yvon Ledanois
2013 MOV Spagna Movistar Team WT Pinarello Manager: Eusebio Unzué
Dir. sportivi: José Luis Jaimerena, José Luis Arrieta, Alfonso Galilea, José Vicente García, José Luis Laguía

Classifiche UCI[modifica | modifica sorgente]

Fino al 1998, le squadre ciclistiche erano classificate dall'UCI in un'unica divisione. Nel 1999 la classifica a squadre venne divisa in prima, seconda e terza categoria (GSI, GSII e GSIII), mentre i corridori rimasero in classifica unica.[8] Nel 2005 fu introdotto l'UCI ProTour[9] e, parallelamente, i Circuiti continentali UCI;[8] dal 2009 le gare del circuito ProTour sono state integrate nel Calendario mondiale UCI, poi divenuto UCI World Tour.

Anno Class. Pos. Migliore cl. individuale
1995 - Spagna Miguel Indurain (3º)
1996 - 17º Spagna Miguel Indurain (14º)
1997 - Spagna Abraham Olano (10º)
1998 - Spagna Abraham Olano (3º)
1999 GSI Spagna José María Jiménez (28º)
2000 GSI Italia Leonardo Piepoli (30º)
2001 GSI Spagna Juan Domínguez (23º)
2002 GSI Spagna Francisco Mancebo (34º)
2003 GSI Spagna Francisco Mancebo (19º)
2004 GSI 11º Spagna Francisco Mancebo (14º)
2005 ProTour 10º Spagna Francisco Mancebo (15º)
2006 ProTour Spagna Alejandro Valverde (1º)
2007 ProTour Spagna Alejandro Valverde (4º)
2008 ProTour Spagna Alejandro Valverde (1º)
2009 World Cal. Spagna Alejandro Valverde (2º)
2010 World Cal. Spagna Luis León Sánchez (3º)
2011 World Tour 13º Spagna Beñat Intxausti (40º)
2012 World Tour Spagna Alejandro Valverde (5º)
2013 World Tour Spagna Alejandro Valverde (3º)

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Aggiornato al 23 agosto 2014

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

Partecipazioni: 32 (1983, 1984, 1985, 1986, 1987, 1988, 1989, 1990, 1991, 1992, 1993, 1994, 1995, 1996, 1997, 1998, 1999, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2013)
Vittorie di tappa: 30
1983 (Ángel Arroyo)
1984 (Ángel Arroyo)
1985 (Eduardo Chozas)
1986 (Julián Gorospe)
1988 (Pedro Delgado)
1989 (Miguel Indurain)
1990 (Miguel Indurain)
1991 (2 Miguel Indurain)
1992 (3 Miguel Indurain)
1993 (2 Miguel Indurain)
1994 (Miguel Indurain)
1995 (2 Miguel Indurain)
1997 (Abraham Olano)
2000 (José Vicente García)
2003 (Pablo Lastras, Juan Antonio Flecha)
2005 (Alejandro Valverde)
2008 (Alejandro Valverde, Luis León Sánchez)
2009 (Luis León Sánchez)
2011 (Rui Costa)
2012 (Alejandro Valverde)
2013 (2 Rui Costa, Nairo Quintana)
Vittorie finali: 7
1988 (Pedro Delgado)
1991 (Miguel Indurain)
1992 (Miguel Indurain)
1993 (Miguel Indurain)
1994 (Miguel Indurain)
1995 (Miguel Indurain)
2006 (Óscar Pereiro)
Altre classifiche: 5
2000 Giovani (Francisco Mancebo)
2003 Giovani (Denis Men'šov)
2004 Giovani (Vladimir Karpec)
2013 Giovani (Nairo Quintana)
2013 Scalatori (Nairo Quintana)
Partecipazioni: 35 (1980, 1981, 1982, 1983, 1984, 1985, 1986, 1987, 1988, 1989, 1990, 1991, 1992, 1993, 1994, 1995, 1996, 1997, 1998, 1999, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014)
Vittorie di tappa: 52
1980 (Dominique Arnaud)
1982 (3 Laguía, J. Hernández, Arroyo)
1983 (C. Hernández, Laguía, J. Hernández)
1984 (2 Julián Gorospe)
1986 (2 Marc Gomez)
1987 (Dominique Arnaud)
1989 (3 Pedro Delgado)
1992 (Pedro Delgado)
1993 (Marino Alonso)
1994 (Marino Alonso)
1997 (J.V. García, J.M. Jiménez)
1998 (4 José María Jiménez)
1999 (Alex Zülle, José María Jiménez)
2000 (Alex Zülle, Eladio Jiménez)
2001 (3 J.M. Jiménez, Mercado, Blanco)
2002 (2 Lastras, Blanco, J.V. García)
2004 (Denis Men'šov)
2005 (Francisco Mancebo)
2006 (Alejandro Valverde)
2007 (Vladimir Efimkin)
2008 (A. Valverde, D. Arroyo, I. Erviti)
2010 (David López, Imanol Erviti)
2011 (Pablo Lastras)
2012 (cronosquadre, 2 Alejandro Valverde)
Vittorie finali: 3
1989 (Pedro Delgado)
1998 (Abraham Olano)
2009 (Alejandro Valverde)
Altre classifiche: 14
1981 Scalatori (José Luis Laguía)
1982 Scalatori (José Luis Laguía)
1983 Scalatori (José Luis Laguía)
1985 Scalatori (José Luis Laguía)
1997 Scalatori (José María Jiménez)
1998 Scalatori (José María Jiménez)
1999 Scalatori (José María Jiménez)
2001 Scalatori (José María Jiménez)
2002 Scalatori (Aitor Osa)
2001 Punti (José María Jiménez)
2009 Combinata (Alejandro Valverde)
2012 Punti (Alejandro Valverde)
2012 Combinata (Alejandro Valverde)
2013 Punti (Alejandro Valverde)

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

2006, 2008 (Alejandro Valverde)

Campionati nazionali[modifica | modifica sorgente]

Strada
Cronometro: 2014 (Adriano Malori)
In linea: 2012 (Branislaŭ Samojlaŭ)
In linea: 1982 (Laguía); 1983 (Bailo); 1992 (Indurain); 1995 (Montoya); 1997 (Jiménez); 2003 (Plaza); 2004 (Mancebo); 2007 (Rodríguez); 2008 (Valverde); 2010 (Gutiérrez); 2011 (Rojas); 2012 (Ventoso); 2013 (Herrada); 2014 (Izagirre)
Cronometro: 1998 (Olano); 2004, 2005, 2007 (Gutiérrez); 2008, 2010 (Sánchez); 2013 (Castroviejo); 2014 (Valverde)
In linea: 1986 (Kari Myyryläinen)
In linea: 1991 (Armand de Las Cuevas); 2006 (Florent Brard)
In linea: 1997 (Jeremy Hunt)
Cronometro: 2013 (Alex Dowsett)
Cronometro: 2010, 2013 (Rui Costa)

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

In una occasione corridori in forza alla Banesto/Caisse d'Epargne si sono affermati ai giochi olimpici e per tre volte ai campionati del mondo.

Giochi olimpici
1996 (Miguel Indurain)

Organico 2014[modifica | modifica sorgente]

Aggiornato al 19 gennaio 2014.[10][11]

Staff tecnico[modifica | modifica sorgente]

GM=General manager; DS=Direttore sportivo.
  Naz.   Ruolo Sportivo      
  Spagna   GM Eusebio Unzué      
  Spagna   DS José Luis Jaimerena      
  Francia   DS José Luis Laguía      
  Spagna   DS Alfonso Galilea      
  Spagna   DS José Vicente García      
  Spagna   DS José Luis Arrieta      

Rosa[modifica | modifica sorgente]

  Naz.     Sportivo Anno    
  Spagna     Igor Antón 1986    
  Costa Rica     Andrey Amador 1986    
  Italia     Eros Capecchi 1986    
  Spagna     Jonathan Castroviejo 1987    
  Regno Unito     Alex Dowsett 1988    
  Spagna     Imanol Erviti 1983    
  Francia     John Gadret 1979    
  Spagna     José Iván Gutiérrez 1978    
  Spagna     Jesús Herrada 1990    
  Spagna     José Herrada 1985    
  Spagna     Beñat Intxausti 1986    
  Spagna     Gorka Izagirre 1987    
  Spagna     Jon Izagirre 1989    
  Spagna     Pablo Lastras 1976    
  Naz.     Sportivo Anno    
  Spagna     Juan José Lobato 1988    
  Italia     Adriano Malori 1988    
  Spagna     Javier Moreno 1984    
  Spagna     Rubén Plaza 1980    
  Colombia     Dayer Quintana 1992    
  Colombia     Nairo Quintana 1990    
  Spagna     José Joaquín Rojas 1985    
  Spagna     Enrique Sanz 1989    
  Germania     Jasha Sütterlin 1992    
  Polonia     Sylwester Szmyd 1978    
  Spagna     Alejandro Valverde 1980    
  Spagna     Francisco Ventoso 1982    
  Italia     Giovanni Visconti 1983    

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 2009 Riders and teams Database - Cyclingnews.com, cyclingnews.com. URL consultato il 14 agosto 2009.
  2. ^ (EN) Biography of Pedro Delgado, Pedro Delgado.com. URL consultato il 21 gennaio 2008.
  3. ^ 1982 General Information, La Vuelta.com. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  4. ^ Backup Sample on Landis Is Positive, New York Times, 05 agosto 2006.
  5. ^ Floyd Landis Case: Landis Loses Last Appeal in bicycling.com, 30 giugno 2008. URL consultato il 5 dicembre 2009.
  6. ^ a b Caisse d'Epargne, la Telefonica è il nuovo sponsor in spaziociclismo.it, 12 agosto 2010. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  7. ^ Presentazione Movistar Team 2011 in bicycling.com, 8 gennaio 2011. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  8. ^ a b Archivio delle classifiche UCI. URL consultato il 3 dicembre 2009.
  9. ^ Archivio delle classifiche UCI ProTour. URL consultato il 12 dicembre 2009.
  10. ^ (EN) MOVISTAR TEAM (MOV) - ESP, www.uci.ch. URL consultato il 2 gennaio 2014.
  11. ^ (ES) Corredores, http://www.movistarteam.com/equipo. URL consultato il 4 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo