Mount&Blade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mount & Blade
Sviluppo TaleWorlds Entertainment
Pubblicazione Paradox Interactive
Ideazione Armağan Yavuz, Steve Negus, Cem Çimenbiçer
Data di pubblicazione NA 16 settembre 2008, EU 19 settembre 2008
Genere Videogioco di ruolo, Azione
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows
Espansioni Mount & Blade: Warband

Mount & Blade è un videogioco per Microsoft Windows sviluppato autonomamente da una coppia turca, supportata nel tempo da un'attiva community di appassionati. Si tratta di un gioco di ruolo "aperto". Non vi è una storia da seguire, solo un'ambientazione simil-medievale in cui ci si può muovere liberamente. Inoltre è costruito in modo da rendere possibile la creazione di ambientazioni alternative (mod) da parte degli utenti. Il gioco è in lingua inglese.

È possibile ottenere dal sito del gioco una versione di prova, che consente di creare personaggi di basso livello e partite a breve durata. Si può acquistare la versione completa, senza limitazioni, a un prezzo variabile: poiché il gioco viene sviluppato in continuazione, e le varie aggiunte rilasciate a intervalli di tempo, viene venduto a prezzo parziale, crescendo in proporzione con il completamento del software. Gli aggiornamenti ulteriori, i mod e le risorse del sito sono scaricabili gratuitamente.

È stato rilasciato nel marzo del 2010 un'espansione, "Mount & Blade: Warband" che estende il numero delle fazioni a sei, migliora la gestione politica e lascia la possibilità al giocatore di crearsi una propria fazione. "Mount & Blade: Warband" offre anche una modalità di gioco multigiocatore online. Il 27 settembre 2012 è stato annunciato sul sito ufficiale e su YouTube che è in fase di sviluppo il sequel del gioco, che avrà come titolo "Mount & Blade 2: Bannerlord"[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco si articola a diversi livelli: la creazione del personaggio, l'interazione con il mondo, il combattimento.

Il personaggio è definito da un background in tre fasi, comprendenti nascita, giovinezza ed età matura, e da un'assegnazione di abilità e punti alle capacità risultanti da esso, quindi viene dato un lotto di punti da assegnare ad altre capacità a propria scelta: le abilità sono Forza, Agilità, Intelligenza e Carisma, mentre le capacità sono molte di più e sono derivate dalle principali abilità, suddivise in capacità di combattimento, capacità sociali e capacità mercantili. Inoltre è presente un sofisticato editor per il volto del personaggio, che consente di ottenere una figura altamente dettagliata. Nel tempo il personaggio può acquisire molti oggetti utili, equipaggiarsi come gli sembra meglio ed anche utilizzare armi, scudi ed armature sottratte ai nemici a questo scopo, aumentando così sia la capacità di combattimento data dall'esperienza, che anche il livello di armi e protezioni con i quali poter combattere sempre meglio. Anche se vi sono livelli di esperienza, non vi sono classi predefinite: un giocatore può fare del proprio personaggio ciò che desidera, un dottore sapiente, un ladro astuto, un abile oratore, un religioso, un guerriero, un cavaliere, un monaco-guerriero, uno scaltro mercante o cosa gli suggerisce la sua fantasia, fermo restando che in Mount & Blade la magia non esiste a nessun livello, se non come pura superstizione personale, e tutto ciò che avviene è concepito secondo le normali regole della vita reale.

Il personaggio si muove su una mappa che mostra il mondo di gioco visto dall'alto: grazie alla telecamera è possibile ottenere visuali più ravvicinate ed orientare la mappa nella direzione desiderata muovendolo assieme al suo gruppo, ed accedendo alle città e ai villaggi, o facendo incontri di vario tipo.

All'inizio il personaggio è da solo, ma vagando per i villaggi presenti sulla mappa è possibile arruolare gruppi di uomini desiderosi di unirsi ad un signore, in modo da affrontare bande di fuorilegge o disertori che se verranno sconfitti porteranno un guadagno sia monetario, che di oggetti utili e rivendibili ed esperienza di combattimento che li farà migliorare da miseri contadini a guerrieri esperti e bene equipaggiati.

È anche possibile girando per le taverne cittadine trovare singoli seguaci con abilità simili o complementari a quelle del personaggio, che diverranno i suoi fidati compagni d'avventura migliorando la situazione dell'intera banda: ad esempio un'astuta ladra potrebbe saper trovare le tracce del nemico sul terreno o migliorare la capacità di scoprire il nemico a distanza, come pure un saggio cerusico potrebbe saper curare le ferite ricevute dal personaggio in breve tempo ed anche quelle dell'intero gruppo. I seguaci hanno anche una loro storia personale, e viaggiando assieme a loro è possibile che indichino al personaggio il proprio luogo d'origine, raccontino gli avvenimenti e le leggende conosciute della loro terra natia, od indichino luoghi ove essi hanno compiuto in passato imprese degne di nota. È anche possibile che i seguaci si trovino più o meno d'accordo tra di loro, siano insofferenti l'uno dell'altro bisticciando per motivi personali od etici, o di contro vadano d'accordo tra di loro ed anche che obiettino su certe scelte e comportamenti compiute dal personaggio.

Il personaggio può agire come gli sembra meglio: unirsi o meno ad una fazione, combattere per proprio conto o per conto altrui, accettare incarichi dati dai rappresentanti cittadini, dai capi dei villaggi o dai nobili incontrati, fare campo o sostare in città o paesi, commerciare con profitto e comprare tutto ciò che gli sembra utile per sé o per gli eventuali seguaci(le truppe invece migliorano automaticamente cambiando armi ed oggetti in base all'esperienza accumulata) fermo restando che nel frattempo il mondo di gioco non è fermo, ma evolve per suo conto, a favore o meno dei suoi interessi. Infatti, mentre in altri giochi di ruolo il mondo di gioco sembra attendere le decisioni del giocatore per poter andare avanti, in Mount & Blade i signori si dichiarano guerra, città e paesi vengono assediati e saccheggiati, castelli e villaggi cambiano signore dopo assedi riusciti, ed il personaggio per quanto forte, ricco e potente sia è solo uno dei tanti fattori che possono cambiare la storia di Calradia, magari importante ma non decisivo, infatti mentre il personaggio può vincere una battaglia per un dato regno, il regno nemico può sconfiggere le armate dello stesso da altre parti portando la situazione a suo vantaggio senza che il giocatore possa porvi alcun rimedio.

È necessario comunque comprare (o rubare, o saccheggiare) cibo per nutrire i propri uomini e pagarli regolarmente ogni settimana affinché essi combattano sempre al meglio delle proprie possibilità, ma con un po' di astuzia si può avere alti guadagni anche solo comprando una data merce in una città, e rivendendola a prezzo maggiorato in un'altra. L'interazione è possibile sia con le cinque fazioni presenti, come anche con svariati gruppi che comprendono contadini in viaggio, nobili con armate al seguito, carovane di mercanti, briganti, fuorilegge e disertori delle guerre in corso. È anche possibile partecipare a tornei indetti nelle città più grandi, e vincendoli si ottiene grande fama nella città ed un premio in denaro, maggiorato nel caso si sia scommesso su sé stessi.

Combattimento[modifica | modifica wikitesto]

Il combattimento si svolge in modo molto particolare e dettagliato: quando si incontra un altro gruppo e si sceglie di attaccarlo e combattere in prima persona, viene creato un piccolo scenario con le caratteristiche della zona in cui avviene lo scontro. Qui sono schierate le truppe ed è possibile controllare direttamente il personaggio e le truppe a lui leali, che possono essere comandate tramite ordini in modo da posizionarle, farle attaccare o ritirare, smontare o rimontare in sella, tirare o sospendere il tiro, gestendo così anche la parte strategica del combattimento.

L'uso delle armi è uno degli aspetti che più contraddistingue il gioco: in generale, per attaccare in mischia o in un duello è necessario tenere premuto il tasto sinistro del mouse, trascinando quest'ultimo verso una delle quattro direzioni ortogonali, per poi lasciare il tasto per ottenere un attacco nella direzione desiderata. La stessa cosa avviene per parare un colpo: con il tasto destro e lo spostamento del mouse si seleziona una direzione, e se sarà la stessa da cui proviene l'attacco, lo bloccherà.

Nel caso dello scudo, esso può parare gli attacchi senza la necessità di indicare una direzione, ma si romperà dopo alcuni colpi subiti.

Tutt'altra cosa è l'utilizzo dell'arco: per tirare, se si hanno a disposizione abbastanza frecce, si tende l'arco tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, facendo apparire il mirino; con l'avanzare dei secondi necessari alla mira, la precisione calerà sempre più. Più il bersaglio è distante, più sarà necessario alzare il mirino per poterlo colpire.

La balestra è simile all'arco: le uniche differenze sono l'utilizzo di dardi, il caricamento più lento del proiettile ma una precisione che rimane costante durante la mira.

Le armi con asta si dividono in due sottocategorie:

Lancia: può attaccare solo in alto e in basso, adatte per la cavalleria

Guisarma e affini: tutte le direzioni di attacco disponibili, più adatte per lo scontro corpo a corpo.

Altre armi, molto verosimili a quelle forgiate nel medioevo[2] sono: dardi, asce e lancillotti (armi da lancio a corto raggio, poco precise ma potenti), mazze, picconi militari, falcioni, spade a una e a due mani e asce a una e a due mani (più grandi di quelle da lancio).

Ambientazione e popolazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è ambientato in un mondo medievale di fantasia chiamato Calradia. Diversamente da molti altri giochi di ruolo medievali, Mount&Blade non possiede alcuna componente fantasy. All'interno di Calradia esistono sei fazioni:

Vaegir: I Vaegir sono assimilabili ai Russi dell'età medievale e sono situati nel Nord-Est di Calradia. Essi utilizzano principalmente cavalleria e fanteria pesante, armata di asce nel combattimento ed hanno i migliori arcieri in tutta Calradia.

Nord: I Nordici sono simili ai Vichinghi dell'età altomedievale, ed abitano nel Nord-Ovest vicino alle coste di Calradia. Combattenti nati, utilizzano principalmente arcieri e fanteria pesante armati di lance e grandi asce a due mani e da lancio nel combattimento ma non sono muniti di cavalleria.

Swadian: Gli Swadian sono una popolazione di tipo europeo occidentale, simile agli Inglesi, Francesi ed Imperiali dell'epoca medievale, che abitano nel centro di Calradia. Gli Swadian posseggono la migliore cavalleria pesante di tutta Calradia, ed una fanteria pesante di pari valore, armate di spada e scudo.

Rhodoks: I Rhodoks sono una popolazione di uomini liberi posti sotto un principe eletto da un consiglio di rappresentanti del popolo, ed abitano il Sud-Ovest di Calradia. I Rhodoks utilizzano principalmente fanteria armata di lance nel combattimento e hanno a disposizione i balestrieri migliori di Calradia. Le loro lance sono molto utili per sfondare un attacco di cavalleria pesante come quella degli Swadian e per indebolire le difese di un castello prima di gettarsi tra la mischia sulle mura.

Khergit Khanate (khanato dei Khergit): I Khergjts sono gli abitanti delle steppe, simili ai Mongoli dell'Orda riversatisi in Europa nel Medioevo e si trovano a Sud-Est di Calradia. I Khergjts utilizzano arcieri a cavallo e cavalleria leggera nel combattimento e Le uniche unità di fanteria sono reclute incapaci di reggere a lungo contro un nemico meglio armato e corazzato.

Sarranid Sultanate (sultanato Sarranide): I Sarranidi sono riconducibili alle popolazioni arabe del Medioevo e abitano la terre del Sud-Ovest di Calradia. Molto forti la loro cavalleria e fanteria pesanti.

All'inizio di ogni partita le nazioni in guerra vengono generate casualmente, ed è possibile che una o più fazioni non siano in guerra con nessun'altra: è possibile sia svolgere missioni che causino una guerra (generalmente richieste da nobili, desiderosi di combattere e guadagnare nuovi feudi) come pure missioni che determinino la fine di essa (generalmente richieste dai capi delle gilde cittadine, scontenti dei mancati guadagni causati dalla guerra e dall'interruzione dei commerci).

Le fazioni, i regni e i seguaci possono variare a seconda che si giochi la versione originale, chiamata Native od uno dei vari Mods a disposizione nei molti siti dedicati al gioco, di cui alcuni sono incentrati su avvenimenti storici, come ad esempio Hundred Years War, o Rus XIII Century mentre altri sono basati sul miglioramento generale del gioco originale mantenendo il mondo e le fazioni preesistenti come Native Expansion, altri ancora invece sono basati su Calradia ma con elementi fortemente legati alla storia medievale o rinascimentale come 1257 AD che propone un'ambientazione altomedievale, oppure Calradia 1480 che invece porta il giocatore a combattere in un ambiente chiaramente rinascimentale, ed introduce l'uso di pistole a ruota, archibugi e moschetti, oltre che armi d'asta come la partigiana, l'alabarda, il falcione o la voulge.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=XLB9PlqkONo (Annuncio su YouTube del sequel)
  2. ^ Sito dell"Ordine delle lame Scaligere" http://www.lamescaligere.it/pages/Ricerca%20storica/armi%20nel%20medievo.php

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]