Mottama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mottama
မုတ္ထမမြို့
Il ponte sul Saluen che unisce Mottama e Mawlamyine
Il ponte sul Saluen che unisce Mottama e Mawlamyine
Localizzazione
Stato Birmania Birmania
Stato/Divisione Stato Mon
Territorio
Coordinate 16°32′N 97°36′E / 16.533333°N 97.6°E16.533333; 97.6 (Mottama)Coordinate: 16°32′N 97°36′E / 16.533333°N 97.6°E16.533333; 97.6 (Mottama)
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+6:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: Birmania
Mottama

Mottama (in lingua birmana မုတ္ထမမြို့) è una cittadina che in precedenza veniva chiamata Martaban, fa parte del Distretto di Thaton, nello Stato Mon della Bassa Birmania. Si affaccia sulla sponda settentrionale della foce del fiume Thanlwin, di fronte al capoluogo Mawlamyine. Il vecchio nome della città dà il nome al golfo di Martaban, sulle cui coste orientali è situata. Fu capitale del regno mon di Hanthawaddy nel XIII e XIV secolo.

Mottama era il punto terminale di una strada e di una ferrovia che partiva da Yangon. Nell 2005 è stato inaugurato il ponte Thanlwin ferroviario e stradale, che attraversa la foce del fiume Thanlwin, conosciuto in Italia come Saluen, e collega Mottama a Mawlamyine e al sud. Con uno sviluppo totale di circa 7 km è il più lungo della Birmania.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Martaban divenne parte dell'Impero di Pagan durante il regno di re Anawrahta, quando i birmani sottomisero il Regno di Thaton dei mon nel 1057. Nel 1287, dopo che Pagan fu conquistata dai mongoli, re Wareru fondò quello che sarebbe divenuto il Regno di Hanthawaddy e insediò la capitale a Martaban. Nel 1369, la capitale fu spostata a Pegu[2] e, malgrado che non fosse più la capitale, Martaban rimase un importante porto commerciale fino agli inizi del XVI secolo.[3] Nel maggio del 1541, re Tabinshwehti del Regno di Taungù catturò e rase quasi al suolo Martaban, che dopo di allora perse importanza.

La città cadde nelle mani dei britannici durante la prima prima guerra anglo-birmana del 1824-1826, ma tornò sotto l'amministrazione birmana al termine di quel conflitto, divenendo una città di confine. I britannici occuparono Mawlamyine ed il sud, ma con la seconda guerra anglo-birmana, nel 1852 anche Mottama entrò a far parte della colonia britannica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Bridges, roads not for economic profit, but for regional development Mawlamyine Railway Station, Thanlwin Bridge (Mawlamyine) rail bridge open, su missions.itu.int
  2. ^ Harvey, 1925: pag. 368
  3. ^ Myint-U, 2006: pag. 67

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Harvey, G. E., History of Burma: From the Earliest Times to 10 March 1824, Frank Cass & Co. Ltd, 1925.
  • Myint-U, Thant, The River of Lost Footsteps—Histories of Burma, Farrar, Straus and Giroux, 2006, ISBN 978-0-374-16342-6.