Motore Energy Renault

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Motore Renault Type E)
Motore Energy
Descrizione generale
Costruttore Francia  Renault
Produzione dal 1988 al 2001
Sostituisce la Motore Cléon-Fonte
Sostituita da Motore Renault Type K

I motori Energy sono una piccola famiglia di motori a scoppio di fascia bassa prodotti dal 1988 al 2005 dalla Casa automobilistica francese Renault.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Alla fine degli anni '80 , il motore Cléon-Fonte ancora dotato della R4 , Super 5 , R9 , R11 , espresso , ... stava diventando vecchio per il suo design con il suo albero a camme laterale. Marche concorrenti erano per lo più optées per motori moderni con alberi a camme testa. Il motore Cléon-Fonte, apparso nel 1962 sulla Renault 8 e Renault Floride . Per lanciare il successore di R9 e R11 per essere R19 , Renault è stato quello di proporre un motore più moderno . Renault modernizzare il suo vecchio motore Cléon-Fonte nella designazione di una nuova testa emisferica con un albero a camme testa azionato da una cinghia dentata dentata , che danno luogo a motore Energy nel 1988, la R19 . Questo nuovo motore sarà anche dotare la Clio 1, Clio 2, Mégane 1, Mégane Scénic 1 e persino Express. Ma nel 1993 , lanciando la Renault Twingo Renault dovrà riutilizzare il motore Cléon-Fonte , perché il motore Energy di design con la sua emisferica cilindro testa di scarico e la parte anteriore della testa potrebbe non andare sotto il cofano della piccola Twingo . Il programma Energia 1.2 ( E7F ) sarà gradualmente sostituito il motore D ( Type D7F ) Clio corrente del 1996, in seguito alle nuove norme e alto inquinamento rispetto alla competizione. Il motore D7F simultaneamente sostituire il motore 1.2 Energy a Clio e motore Cléon-Fonte 1.2 Twingo . Per quanto riguarda il Energia 1.4 ( E7J ) Mégane 1 , che sarà sostituito da motore K7J.

Caratteristiche e versioni[modifica | modifica sorgente]

Una delle prime applicazioni di un motore Energy è stata sotto il cofano della Clio 1.4 prima serie

La famiglia dei motori Type E (detta anche Serie E o Energy, ma da non confondersi con i ben più moderni motori Energy a gasolio nati quasi cinque lustri più tardi) nasce da una costola della ben più numerosa ed articolata famiglia di motori Cléon, oramai in produzione dal lontano 1962. La "costola" della famiglia Cléon da cui derivano i motori della serie E è rappresentata dall'ultima unità da 1.4 litri, denominata C3J. A partire da tale unità si sarebbe originata quindi questa nuova famiglia di motori.
In generale, le caratteristiche dei motori Energy sono le seguenti:

Le varianti fondamentali della dei motori della Serie E sono state due: quella da 1.4 litri, che ha inaugurato la nuova famiglia, ed una più piccola da 1.2 litri.
Eccone di seguito le caratteristiche.

Type ExJ: 1390 cc[modifica | modifica sorgente]

I motori Energy 1.4 sono stati montati anche su modelli della rumena Dacia, come per esempio la Solenza 1.4

Dietro questa sigla generica si nascondono le due versioni da 1.4 litri, differenti tra loro per pochi particolari, tra cui il tipo di alimentazione (una a carburatore e l'altra ad iniezione) e la presenza del catalizzatore su una e non sull'altra. La versione non catalizzata è stata quella che di fatto ha dato origine alla famiglia dei motori della Serie E.
In queste due versioni la misura della corsa è di 77 mm, per una cilindrata totale di 1390 cc, proprio come l'ultimo 1.4 Cléon.
Le due versioni del motore Energy da 1.4 litri presentano le seguenti caratteristiche:

  • Type E6J: questa sigla indica il primo motore della Serie E: questa unità da 1.4 litri era sprovvista di catalizzatore ed erogava una potenza massima di 80 CV a 5750 giri/min, con una coppia massima di 107 Nm a 3500 giri/min, grazie anche ad un rapporto di compressione di 9.5:1 e all'alimentazione tramite carburatore doppio corpo.
  • Type E7J: questa è la variante catalizzata e ad iniezione elettronica della precedente unità motrice. A causa della presenza del catalizzatore, si è verificato un leggerissimo calo di potenza, che è scesa così a 78 CV a 6000 giri/min, mentre la coppia massima è rimasta invariata. La gestione dell'iniezione elettronica single point è affidata ad una centralina Siemens-Bendix. Nel 1998 vi sono stati alcuni ritocchi a questo motore, che poteva a quel punto contare tra l'altro sull'iniezione multipoint, sempre con centralina Siemens, su nuove punterie a rullo e su un nuovo filtro dell'aria. La sua potenza è scesa a 75 CV, ma disponibile stavolta a 5500 giri/min, mentre la sua coppia massima è salita a 114 N·m a 4250 giri/min.

Dal 2002, questo motore non è stato più utilizzato su modelli Renault: in compenso, ancora per qualche anno, e più precisamente a partire dal 2000, ha continuato a trovare applicazione sui più semplici ed economici modelli della rumena Dacia, da decenni nell'orbita della Casa francese. Quest'ultima, dal canto suo, ha sostituito l'unità E7J con l'unità K4J, sempre da 1390 cm³, ma completamente diversa. Dal 2006, anche la Dacia cominciò a montare i motori della serie K. In particolare, il 1.4 monoalbero montato sulla Dacia Logan, pur avendo sempre una cilindrata di 1390 cm³, non è un motore Energy, ma della serie K (cambiano le misure di alesaggio e corsa).

Di seguito vengono mostrate le varie applicazioni delle due versioni del motore Serie E da 1.4 litri:

Variante Alimentazione Rapporto di
compressione
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di
produzione
E6J carburatore 9.5 80/5750 107/3500 Renault 19 TS, GTS, TSE, RL ed RN 1988-92
Renault Clio 1.4 RT 1990-92
E7J Iniezione elettronica
single point
9.5 78/6000 107/3500 Renault Clio 1.4 RTi/Si/Oasis/RDS 1993-98
Renault 19 1.4 RT 1993-96
Iniezione elettronica
multipoint
75/6000 107/4000 Renault Mégane Mk1 1.4 RL/RN 1995-99
75/6000 114/4250 Renault Clio Mk2 1.4 RT/Si/RXE 1998-2001
Renault Kangoo Mk1 1.4 RN/RT/Pampa 1997-2002
74/5250 114/2800 Dacia Supernova 1.4 2000-03
Dacia Solenza 1.4 2003-05

Type E7F: 1171 cc[modifica | modifica sorgente]

Questa è la motorizzazione più piccola tra le due facenti parte della Serie E. In tale propulsore, la misura della corsa è stata ridotta sensibilmente, scendendo da 77 a 65.8 mm, con conseguente riduzione della cilindrata a 1171 cm³. Questo motore è caratterizzato da un rapporto di compressione pari a 9.2:1, era alimentato ad iniezione elettronica single point e la sua potenza massima raggiungeva 58 CV a 6000 giri/min, mentre la coppia massima era di 85 N·m a 4000 giri/min.
Tale motore ha trovato applicazione su:

  • Renault Clio Mk1 1.2 Campus/RT/RL/Fidji (1990-98);
  • Renault 19 1.2i RN/RL/RT (1989-94).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]