MotorStorm: Pacific Rift

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MotorStorm: Pacific Rift
Sviluppo Evolution Studios
Pubblicazione Sony Computer Entertainment
Serie MotorStorm
Data di pubblicazione Sony PlayStation 3:
Giappone 20 novembre 2008
Stati Uniti 28 ottobre 2008
Europa 7 novembre 2008
Australia 13 novembre 2008
Genere Simulatore di guida
Tema Isole tropicali
Modalità di gioco Giocatore singolo, multiplayer e multiplayer online
Piattaforma PlayStation 3
Supporto Blu-ray Disc
Fascia di età ESRB: T
OFLC (AU): PG
PEGI: 16
USK: 12
Periferiche di input Sixaxis o DualShock 3
Preceduto da MotorStorm
Seguito da MotorStorm: Artic Edge

MotorStorm: Pacific Rift[1], precedentemente conosciuto come MotorStorm 2 e MotorStorm Pacifica, è un videogioco racing arcade fuoristrada sviluppato da Evolution Studios e pubblicato da Sony Computer Entertainment in esclusiva per PlayStation 3. Questo videogioco è il sequel dell'originale MotorStorm. Venne annunciato da Sony dopo che acquisì Evolution Studios, con una data anticipata di rilascio nel 2008.[2] È stato confermato che nel gioco sarà usata una versione modificata dell'originale motore grafico di MotorStorm.

Informazioni sul gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 marzo 2008, Sony Computer Entertainment Europe ha annunciato che MotorStorm Pacific Rift sarebbe stato rilasciato esclusivamente per PlayStation 3 nell'autunno dello stesso anno. Il titolo abbandona le ambientazioni desertiche a favore di ambienti tropicali, nei quali saranno presenti corsi d'acqua, vegetazione ed altro ancora. Di ritorno sono i veicoli già visti nel capitolo precedente: moto, quad, buggy, macchine da rally, pick-up da corsa, fuoristrada e autocarri, più i nuovi Monster truck.[3]

I portavoce ufficiali di Sony avevano rivelato che, a differenza del capitolo precedente, l'intelligenza artificiale degli avversari sarebbe stata decisamente più aggressiva e che faranno di tutto pur di buttare il giocatore fuori strada. Inoltre, il direttore creativo Paul Hollywood aveva aggiunto che il più grande nemico nel gioco sarebbe stato rappresentato dall'isola dove lo stesso è ambientato, poiché bisogna stare attenti alla fitta vegetazione, ai cambiamenti climatici, alle cascate e ad altri fenomeni naturali catastrofici che ostacoleranno il cammino del giocatore, come per esempio le eruzioni vulcaniche. Paul Hollywood aveva garantito inoltre la presenza di 16 tracciati e di 20 veicoli utilizzabili di diverso genere. A differenza del primo capitolo, MotorStorm: Pacific Rift avrà una modalità multiplayer off-line in split-screen per quattro giocatori in aggiunta, ovviamente, alla classica competizione online, questa volta per 20 giocatori.[4]

Multiplayer[modifica | modifica wikitesto]

Sony ha confermato che il 1º ottobre 2012 chiuderà ufficialmente i server del gioco.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dettagli su MotorStorm Pacific Ritft
  2. ^ Data di rilascio
  3. ^ Motorstorm 2 in arrivo in autunno
  4. ^ PlayStation Day 08: Un nuovo titolo e tanti dettagli per MotorStorm 2
  5. ^ Sony chiude i server di Motorstorm: Pacific Rift

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]