Motacilla flava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cutrettola
Motacilla flava (Lukasz Lukasik).jpg
Motacilla flava
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Motacillidae
Genere Motacilla
Specie M. flava
Nomenclatura binomiale
Motacilla flava
Linnaeus, 1758
Sinonimi

Motacilla cinereocapilla, Motacilla feldegg, Motacilla flavissima, Motacilla iberiae, Motacilla leucocephala, Motacilla lutea, Motacilla simillima, Motacilla taivana, Motacilla thunbergi

La cutrettola (Motacilla flava Linnaeus, 1758) è un uccello della famiglia Motacillidae.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È possibile osservare la cutrettola in Europa, Nord Africa e Asia; in Italia ci sono nidificazioni sparse, ma sempre in prossimità dell'acqua.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si alimenta di vermi ed altri piccoli organismi animali. Nell'estate segue le greggi posandosi sul dorso degli animali da pascolo e li libera dai parassiti (in francese il suo nome è infatti Bergeronette, cioè "pastorella"). Nel periodo della semina si ciba dei vermi che vengono alla luce dopo il passaggio dell'aratro, fornendo così un contributo positivo a tale attività.[3]

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Sono note le seguenti sottospecie:[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Pkuczynski/Lukasz Lukasik, Motacilla flava in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Motacillidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'11 maggio 2014.
  3. ^ Alfredo Cattabiani, Volario, Mondatori, Milano, 2000, ISBN 88-04-47991-4, pp. 386-387

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Galleria immagini[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli