Mostra itinerante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La mostra itinerante è un tipo di mostra che rende possibile la circolazione di una collezione a livello locale, nazionale o internazionale.

Aspetti culturali[modifica | modifica wikitesto]

Le mostre Itineranti spesso sono sostenute da enti statali per garantire un maggiore flusso di accesso e promuovere la conoscenza e la diffusione dell’arte. L'esportazione delle mostre è un metodo spesso applicato da musei e gallerie anche per motivi economici.

Come riconoscimento dell'importanza di mostre itineranti, l’ICOM (Il Consiglio internazionale dei musei) nel 1983 ha costituito il comitato internazionale ICEE per gli Scambi di esposizioni[1].

Aspetti economici[modifica | modifica wikitesto]

Tutta la mostra può essere prestata (di solito accompagnata e comprensiva di assicurazione, trasporto, montaggio e tecniche di conservazione) a enti diversi per un periodo definito. La possibilità di esportare ovunque le collezioni allunga la vita stessa delle mostre e avere più sedi per la stessa mostra permette di ammortizzare gran parte dei costi fissi, a seguito della ripartizione delle spese tra i vari enti ospitanti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rebecca A. Buck e Jean Allman Gilmore, On the Road Again: Developing and Managing Traveling Exhibitions, American Association of Museums, Washington (2003 May). ISBN 0931201853
  • Followers of Fashion (National Touring Exhibitions), National Touring Exhibitions (Hayward Gallery) (January 2002). ISBN 1853322210

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]