Moschellandsbergite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moschellandsbergite
Moschellandsbergite-206834.jpg
Classificazione Strunz 1.AD.15.d[1]
Formula chimica Ag2Hg3
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino monometrico
Sistema cristallino isometrico[1]
Classe di simmetria esottaedrica[1]
Parametri di cella a=10,04[2]
Gruppo puntuale 4/m 3 2/m
Gruppo spaziale I m3m
Proprietà fisiche
Densità da 13,48 a 13,71[1] g/cm³
Durezza (Mohs) [1]
Sfaldatura distinta secondo (001) e (011)[1]
Frattura concoide[1]
Colore da bianco argento a grigio[1]
Lucentezza metallica[1]
Opacità opaca
Striscio grigi
Diffusione estremamente rara
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La moschellandsbergite è un minerale scoperto nel 1938 a Landsberg (chiamata precedentemente Moschellandsberg) vicino a Obermoschel nella regione della Renania-Palatinato in Germania. Il minerale ha preso il nome dalla località di ritrovamento.[1]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La moschellandsbergite si presenta in piccoli cristalli o masse globulari. I cristalli romboidali dodecaedrici.

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La moschellandsbergite si rinviene in associazione ad altri minerali del mercurio come il cinabro ed il calomelano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j (EN) H Berman, Harcourt G. A., Natural amalgams in American Mineralogist, vol. 23, 1938, pp. 761-764. URL consultato il 22 novembre 2012.
  2. ^ Moschellandsbergite mineral information and data. URL consultato il 22 novembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia