Morte endouterina fetale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Morte endouterina fetale
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 779.9
ICD-10 (EN) P95

La morte endouterina fetale (MEF) è la morte del feto in utero. Viene definita in numerosi modi diversi, solitamente basati sull'età gestazionale e sul peso fetale, variabili a seconda della legislazione di ogni paese[1].

In Italia è quella che avviene dopo la 22ª settimana di età gestazionale e che si distingue dall'aborto fetale interno, che avviene in età gestazionali anteriori.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nguyen RH, Wilcox AJ, Terms in reproductive and perinatal epidemiology: 2. Perinatal terms in J Epidemiol Community Health, vol. 59, nº 12, dicembre 2005, pp. 1019–21, DOI:10.1136/jech.2004.023465, PMC 1732966, PMID 16286486. "There is probably no health outcome with a greater number of conflicting, authoritative, legally mandated definitions. The basic WHO definition of fetal death is the intrauterine death of any conceptus at any time during pregnancy. However, for practical purposes, legal definitions usually require recorded fetal deaths to attain some gestational age (16, 20, 22, 24, or 28 weeks) or birth weight (350, 400, 500, or 1000 g). In the US states, there are eight different definitions by combinations of gestational age and weight, and at least as many in Europe."

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina