Mortal Kombat II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mortal Kombat II
Mkii.jpg
Liu Kang sta sconfiggendo Kung Lao in un incontro di Mortal Kombat II
Sviluppo Midway
Pubblicazione Midway
Data di pubblicazione 1993
Genere Picchiaduro a incontri
Modalità di gioco Singolo giocatore, doppio
Piattaforma Arcade, Super Nintendo, Game Boy, Sega Saturn, Sega 32X, Mega Drive/Genesis, Sega Game Gear, Sega Master System, PlayStation, MS-DOS, Amiga
Distribuzione digitale PlayStation Network
Periferiche di input joystick 8-vie, 5 pulsanti (HP, LP, BLOCK, HK, LK)

Mortal Kombat II è un videogioco della categoria picchiaduro prodotto da Midway Games nel 1993. È il seguito pluriacclamato del famoso Mortal Kombat che ha raggiunto picchi di violenza grafica mai sfiorati prima da altri videogiochi.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Nuovi personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Baraka - Guerriero della specie tarkatan, una razza nomade dell'Outworld assoldato da Shao Kahn
  • Jax - compagno di squadra di Sonya Blade in cerca della compagna scomparsa.
  • Kitana - assassina personale di Shao Kahn, in realtà principessa di Edenia figlia di Sindel ed alleata dei terrestri.
  • Mileena - altra assassina personale di Shao Kahn, sorella gemella di Kitana, in realtà un grottesco clone di Kitana creato da Shang Tsung, ibrido tra la principessa e un tarkatan, con lo scopo di osservarla.
  • Kung Lao - monaco Shaolin e discendente del Grande Kung Lao.
  • Sub Zero II - Ninja del clan Lin-Kuei, fratello minore del Sub-Zero del primo Mortal Kombat assassinato da Scorpion.
  • Kintaro - boss di fine livello, di razza Shokan come Goro.
  • Shao Kahn - imperatore illegittimo dell'Outworld, padre adottivo di Kitana e padrone di Mileena.
  • Skarlet - errore grafico giocabile tramite Kitana.

Personaggi segreti[modifica | modifica sorgente]

Vecchi personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Johnny Cage - Attore di Hollywood esperto di arti marziali, ha partecipato al primo torneo per dimostrare le sue abilità.
  • Liu Kang - Campione del Mortal Kombat e monaco shaolin. Discendente di Kung Lao.
  • Scorpion - Anima reincarnata in cerca di vendetta per la sua prematura morte per mano di Sub-Zero.
  • Raiden - dio del tuono e del fulmine, protettore del regno della terra.
  • Shang Tsung - Capo Stregone di Shao Kahn, nemico principale di Liu Kang e boss finale del precedente capitolo.
  • Reptile - guardia del corpo di Shang Tsung, personaggio segreto del primo capitolo.

È possibile vedere Kano e Sonya Blade incatenati nell'arena di Shao Kahn. Inoltre Shang Tsung e Reptile sono, in questo capitolo, personaggi giocabili.

Arene[modifica | modifica sorgente]

  • The Pit II (la stage fatality è la stessa di The Pit del primo episodio, con la differenza che vi è una diversa inquadratura della caduta e il terreno sottostante è privo di spuntoni)
  • The Dead Pool (la stage fatality si presenta quando il vincitore colpisce lo sconfitto con un uppercut e lo fa finire nell'acido)
  • Living Forest
  • Kahn's Arena
  • Monastero oscuro
  • Wasteland
  • The Armory
  • Goro's Lair (accessibile solo quando si lotta contro un personaggio segreto, nella versione di Mortal Kombat II Giapponese, invece si può scegliere come luogo in cui combattere)
  • Kombat Tomb (la stage fatality si presenta quando il vincitore colpisce lo sconfitto con un uppercut e lo fa finire contro gli spuntoni sopra. Normalmente l'avversario rimane incastrato sugli spuntoni e sanguina, mentre con un cheat è possibile che vi rimanga per qualche secondo, per poi ricadere a terra)
  • Portale Blu (accessibile al posto della Tana di Goro solo in Sega Mega Drive e Genesis quando si lotta contro un personaggio segreto)
  • The Portal

Le Fatality[modifica | modifica sorgente]

  • Liu Kang: Liu Kang si trasforma in un drago e divora la parte superiore dell'avversario. In MK3 questa era anche un'Animality.
  • Kung Lao: Kung Lao lancia il suo cappello verso la testa dell'avversario tagliandogliela.
  • Johnny Cage: Cage stacca il busto dell'avversario.
  • Reptile: Reptile si toglie la maschera rivelando la sua vera faccia Zatterian e mangia la testa dell'avversario.
  • Sub-Zero: Sub-Zero congela il cervello dell'avversario con una piccola sfera di ghiaccio.
  • Shang Tsung: Shang Tsung si trasforma in Kintaro e con un pugno distrugge il busto dell'avversario.
  • Kitana: Kitana taglia la testa dell'avversario con il suo Tessen.
  • Jax: Jax strappa le braccia dell'avversario.
  • Mileena: Mileena si toglie la maschera, divora l'avversario e poi ne risputa le ossa.
  • Scorpion: Scorpion si toglie la maschera rivelando un teschio che sputa fuoco verso l'avversario (la Fatality è rimasta immutata rispetto al titolo precedente).
  • Raiden: con la posa della Fatality di Mortal Kombat, elettrizza l'avversario fino alla morte.

Novità dell'episodio[modifica | modifica sorgente]

  • La risoluzione della grafica è aumentata rispetto al precedente capitolo e inoltre la trama si fa sempre più complessa.
  • I guerrieri hanno più di una Fatality ciascuno e sono state introdotte in maggior numero le Stage Fatality in cui lo scenario aiuta ad uccidere il perdente in modo spettacolare.
  • In questo episodio sono state introdotte le Babality (l'avversario si trasforma in neonato) e le Friendship (il personaggio si esibisce in un comportamento assurdo). Inoltre, nella versione Mega Drive, tramite un codice Raiden può utilizzare la Fergality (l'avversario diventa un omino sorridente)
  • Non ci sono più le prove di forza e l'endurance durante il torneo come nel precedente episodio.
  • Reptile e Shang Tsung sono stati aggiunti come personaggi giocabili e con mosse speciali proprie. Sono inoltre stati aggiunti Kitana, Mileena, Jax, Baraka, Kung Lao. Sono invece stati rimossi Sonya Blade e Kano perché prigionieri di Shao Kahn. I personaggi segreti sono Jade, Smoke e Noob Saibot.

La trama[modifica | modifica sorgente]

Sconfitto da Liu Kang, Shang Tsung torna dal suo imperatore Shao Kahn chiedendo di risparmiargli la vita. Lo convince anzi a tenere un nuovo Mortal Kombat, ma questa volta nell'Outworld obbligando così i guerrieri della Terra a seguirlo nel suo mondo, in cui ha il vantaggio di conoscere il territorio e poter escogitare delle trappole mortali per i terrestri. Shao Kahn rigenera lo stregone donandogli la giovinezza e invita Raiden ad accompagnare i guerrieri al torneo.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Come per il primo Mortal Kombat, i personaggi segreti sono dei ninja (due maschi e una femmina) che risultano essere un semplice recolor di personaggi giocabili del titolo (Scorpion, Sub-Zero e Reptile per Smoke e Noob Saibot, Kitana e Mileena per Jade). Inoltre, come accadeva nel primo titolo per Reptile, i personaggi segreti di questo secondo capitolo della saga hanno le mosse dei personaggi giocabili simili. Questi personaggi si possono affrontare a patto di aver compiuto delle azioni particolari.
  • Kano e Sonya Blade, che si trovano sullo sfondo della Kombat Arena, sembrano essere più digitalizzati rispetto ai personaggi giocanti, probabilmente perché gli sprite sono presi direttamente dal primo titolo.
  • Sullo sfondo dello scenario The Pit II di questo capitolo è presente un altro ponte su cui si affrontano un combattente umano, assomigliante al modello di Liu Kang successivamente (chiamato dai fan Hornbuckle grazie ai crediti di MKII), e un mostro infuocato (che successivamente si scoprirà essere Blaze, personaggio giocabile in Mortal Kombat Deadly Alliance, Unchained e Armageddon).
  • Il nome del personaggio segreto Noob Saibot è in realtà un composto dei cognomi dei due programmatori principali della serie di Mortal Kombat, soltanto che sono scritti al contrario (Tobias e Boon, ovvero Noob Saibot)
  • Durante una fatality, la vittima continua ad urlare nonostante mutilazioni o esplosioni.
  • Se la vittima di una fatality esplode, il numero di ossa, arti o organi è nettamente sproporzionato alla realtà.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]