Morsetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il componente elettrico, vedi Morsetto (elettricità).
Morsetto a C
Morsetti di vari tipi
Morsetti ad angolo

Con il nome di morsetto o, più propriamente, strettoio si indica un attrezzo che svolge la funzione di serraggio, temporaneo o permanente, tra due o più pezzi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Normalmente è realizzato in metallo (ferro, alluminio) ed è composto da un'asta che può essere di diversa lunghezza, terminante con una ganascia sporgente. Dall'altro lato è presente uno spingente, ovvero un sistema di serraggio che può essere a molla, a vite, a eccentrico o a scorrimento sull'asta, e che a sua volta termina con una ganascia.

Il pezzo o i pezzi da serrare vengono posti tra la ganascia fissa e quella dello spingente, il quale spinge il pezzo stringendolo tra le ganasce. Un utilizzo tipico è quello di tenere provvisoriamente compressi uno contro l'altro due pezzi che si devono incollare o avvitare. I morsetti si possono distinguere per i kg di spinta di cui sono capaci.

I falegnami artigiani di un tempo costruivano morsetti in legno con vite spingente e madrevite in legno.

Vengono definiti impropriamente con questo termine anche elementi utililizzati in campo elettrico, per unire e serrare tra loro fili conduttori di corrente o segnali elettrici, solitamente sono realizzati in resine plastiche isolanti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]