Moroni (profeta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Moroni, per la Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, è il figlio di Mormon e l'ultimo profeta nefita del Libro di Mormon.

Il padre, prima di morire, gli lasciò le tavole di Mormon, così da poterle continuare. Nel Libro di Mormon aggiunse il capitolo 8 e 9, il Libro di Ether e il suo libro, chiamato Libro di Moroni. Quindi nascose le tavole nella Collina di Cumora.

Nel 1823, risorto, rivelò il Libro di Mormon a Joseph Smith dopo di che negli anni successivi gli insegnò fino a quando, nel 1827, gli diede le tavole. Quando Smith finì la traduzione, Moroni tornò a riprenderle. In segno di omaggio al suo ruolo nella restaurazione in ogni Tempio della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi giorni sulla guglia più alta è posta una sua statua; il Profeta è raffigurato mentre suona una tromba ed è rivolto ad Oriente, dove sorge il sole e da dove giungerà il Salvatore.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

religione Portale Religione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di religione