Morone saxatilis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Morone saxatilis
Striped bass morone saxatilis fish.jpg

Alameda Striped Bass.JPG

Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Percoidei
Superfamiglia Percoidea
Famiglia Moronidae
Genere Morone
Specie M. saxatilis
Nomenclatura binomiale
Morone saxatilis
Walbaum, 1792
Sinonimi
  • Morone lineatus (Bloch, 1792)
  • Morone saxitilis (Walbaum, 1792)
  • Perca mitchilli alternata Mitchill, 1815
  • Perca saxatilis Walbaum, 1792
  • Roccus lineatus (Bloch, 1792)
  • Roccus saxatilis (Walbaum, 1792)
  • Roccus striatus Mitchill, 1814
  • Sciaena lineata Bloch, 1792
Particolare della testa.

Morone saxatilis (Walbaum, 1792), comunemente noto come persico spigola[2], è un pesce osseo marino e d'acqua dolce della famiglia dei Moronidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nelle acque marine costiere dell'Oceano Atlantico occidentale tra il Canada meridionale e la Florida settentrionale nonché nel nord del Golfo del Messico e nel tratto inferiore dei fiumi che sfociano in queste acque[3]. È stato introdotto in svariati paesi tra cui Russia e Turchia e in diversi stati degli USA di cui non è originario[4]. In Italia è stato introdotto l'ibrido fertile tra questa specie e Morone chrysops[5]. Predilige una temperatura tra gli 8 °C ed i 25 °C. In mare vive in zone costiere riparate ed, essenso anadromo penetra nei fiumi in primavera per la riproduzione. Esistono anche alcune popolazioni landlocked ovvero che trascorrono tutta la vita in acque dolci[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo pesce ha aspetto generale simile a quello della spigola europea ma ha corpo nettamente più alto: l'altezza del corpo è compresa tra 3,4 e 4,2 volte nella lunghezza totale; il corpo è piuttosto compresso lateralmente. Ha due pinne dorsali separate, la prima con 9 - 11 spine, la seconda con una spina e 10 - 13 raggi molli. La pinna caudale è omocerca e biloba[6][5].

La colorazione di fondo è argentea ma sui fianchi sono presenti alcune striature scure ben distinte, irregolari come numero e spesso con interruzioni e sfasamenti. Queste linee partono dall'opercolo branchiale e arrivano fino al peduncolo caudale[5].

Ha una lunghezza massima di 200 cm (media 120 cm). Il peso massimo noto è di 57 kg[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

La durata massima di vita di è di 30 anni[3].

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

È un animale a dieta non specializzata, che si può facilmente adattare alle prede presenti nel suo habitat. Le larve sono zooplanctofaghe, i giovanili si cibano di invertebrati acquatici e gli adulti sono prevalentemente piscivori ma possono cacciare anche crostacei, cefalopodi e altri invertebrati[3].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Smette di alimentarsi appena prima della riproduzione, che avviene in acque dolci[3]. Ogni femmina può deporre fino a tre milioni di uova che sono pelagiche così come le larve che si schiudono entro tre giorni dalla deposizione[5].

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie ha notevole importanza per la pesca commerciale e sportiva nei territori d'origine. Viene catturata con lenze di vario tipo, reti da posta e nasse. È anche oggetto di piscicoltura[1].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie ha popolazioni generalmente in buono stato e non è considerata minacciata. Le popolazioni della baia di Chesapeake, del fiume Hudson e della baia di Albemarle hanno mostrato forti riduzioni numeriche a causa della sovrapesca ma limiti più stringenti alla catture e la liberazione di avannotti di allevamento ha risolto il problema. Anche la popolazione (introdotta) dell'estuario del fiume Sacramento in California è in forte declino fin dagli sessanta del XX secolo a causa del forte inquinamento idrico[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Morone saxatilis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ Denominazione obbligatoria in Italia per tutti i membri del genere Morone ai sensi del DM 31 gennaio 2008
  3. ^ a b c d e f (EN) Morone saxatilis in FishBase. URL consultato il 12-08-2014.
  4. ^ (EN) Sommario delle introduzioni da Fishbase, URL consultato il 12/08/2014
  5. ^ a b c d Fortini N, Atlante dei pesci delle acque interne italiane, Aracne, 2011, ISBN 978-88-548-4129-1.
  6. ^ P.C. Heemstra, Moronidae. Lubinas in In W. Fischer, F. Krupp, W. Schneider, C. Sommer, K.E. Carpenter and V. Niem (eds.) Guia FAO para Identification de Especies para lo Fines de la Pesca. Pacifico Centro-Oriental. 3 Vols. FAO, Rome, 1995, pp. Vol 3, Pag. 1291.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci