Mormoopidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mormoopidae
Mormoops megalophylla.JPG
Mormoops megalophylla
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Superfamiglia Noctilionoidea
Famiglia Mormoopidae
Saussure, 1860
Generi

I Mormoopidi (Mormoopidae Saussure, 1860) sono una famiglia di Chirotteri.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

La famiglia comprende pipistrelli di piccole e medie dimensioni con la lunghezza della testa e del corpo tra 40 e 77 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 35 e 65 mm e un peso fino a 20 g.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

Il trochite non si articola mai con la scapola. Il secondo dito della mano ha una falange, mentre gli altri ne hanno tre. Sono privi di foglia nasale, ma nel genere Mormoops il muso ha un aspetto peculiare. Le labbra sono espanse e ornate di varie pieghe in maniera tale da formare una sorta di imbuto che circonda la bocca. Delle corte setole circondano questa formazione e potrebbero indurre il flusso d'aria verso l'orifizio orale. Le narici sono incluse nel labbro superiore e sono circondate sia sopra che in mezzo da escrescenze e creste, fino a formare un piatto nasale. Le membrane alari in alcune specie sono attaccate talmente in alto lungo la spina dorsale da far sembrare la schiena priva di peli. In altre invece l'attaccatura è alquanto più bassa. La pelliccia è corta e densa ed è presente una variazione stagionale del colore. Il trago assume una forma unica tra tutti i chirotteri. Può essere sia lanceolato che munito di una piega secondaria posta ad angolo retto lungo l'asse longitudinale dell'apparato. La coda è lunga e si estende sempre oltre l'uropatagio.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Questa famiglia è diffusa nel continente americano, dal Messico fino al Brasile centrale e nelle Grandi Antille.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

La famiglia comprende due generi:

  • La scatola cranica è più larga che lunga. Sono presenti diverse falde sul mento. Le orecchie sono corte e rotonde.
  • La scatola cranica è più lunga che larga. Una singola falda sul mento. Le orecchie sono strette e appuntite.

Evoluzione[modifica | modifica sorgente]

La famiglia è presente in America settentrionale e nei Caraibi dal Pleistocene e nell'America meridionale solo recentemente.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi