Moritz Hauptmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moritz Hauptmann

Moritz Hauptmann (Dresda, 13 ottobre 1792Lipsia, 3 gennaio 1868) è stato un compositore e musicologo tedesco.

Studiò violino sotto la guida di Scholz, pianoforte con Franz Lanska, composizione con Francesco Morlacchi.

Per un certo periodo lavorò come architetto, anche se i suoi maggiori interessi riguardarono la musica e difatti nel 1822 entrò nella orchestra di Kassel.

Nel 1842 ottenne, grazie alla raccomandazione di Felix Mendelssohn, l'incarico di cantore della Thomasschule nella città di Lipsia. Negli anni successivi ottenne il posto di insegnante di teoria musicale al Conservatorio.

Nel frattempo collaborò con varie riviste musicali e fu il promotore e il fondatore, assieme a Robert Schumann, della Bach-Gesellschaft, di cui divenne presidente. Si impegnò anche alla stesura dei volumi antologici delle opere di Bach.

Non smise mai di effettuare studi scientifici e matematici sul significato della musica e il frutto di tali ricerche fu il suo trattato Die Natur der Harmonik und Metrik (1853), nel quale emerse un modello filosofico di spiegazione della varie forme musicali.

Tra le sue opere principali sono da annoverare mottetti, salmi, una messa vocale, canti sacri e profani, sonate per violino, quartetti, duetti per violino.[1]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti
— 1858

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A. Della Corte e G.M. Gatti, Dizionario di musica, Paravia, 1956, p. 288.

Controllo di autorità VIAF: 66730057 LCCN: n85383096