Moriquendi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Codesti Elfi i Calaquendi li chiamano Úmanyar ["Non di Aman"], e ciò perché mai giunsero alla Terra di Aman e al Reame Beato; ma gli Úmanyar e gli Avari essi li definiscono ugualmente Moriquendi, cioè Elfi delle Tenebre, perché mai ebbero a vedere la Luce che era prima del Sole e della Luna. »
(J.R.R. Tolkien. Il Silmarillion. cap. III)

I Moriquendi (singolare Moriquende) sono una suddivisione degli Elfi, una razza di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Chiamati anche Elfi delle Tenebre, sono sostanzialmente gli Elfi che non accettarono di compiere il Grande Viaggio oltre il Belegaer, verso Valinor, rinunciando quindi a vedere la luce dei Due Alberi. Costoro rimasero nella parte orientale della Terra di Mezzo, dove erano nati, o al massimo passarono le Montagne Nebbiose o, più ad ovest, i Monti Azzurri, il confine orientale del Beleriand. Quelli tra i Moriquendi che cominciarono il viaggio ma che poi, per qualche ragione, non lo portarono a termine, sono detti Úmanyar, "Quelli non di Aman", contrapposto a Amanyar, "Quelli di Aman".

Sono considerati Moriquendi gli Elfi appartenenti alle stirpi degli Avari, dei Sindar e dei Nandor, ma in pratica il termine non è usato mai per riferirsi agli Avari. Un'eccezione a questa suddivisione è Thingol, che affrontò il Viaggio e vide Valinor, ma non riuscì, al suo ritorno nella Terra di Mezzo, a convincere il suo popolo, ed egli fu costretto a restare nel Beleriand. Per questa ragione egli è considerato un Úmanya, oltre che un Calaquende, ma non un Moriquende.

Il termine "Elfo Scuro", invece, sembra avere un significato particolare, negli scritti di Tolkien, distinto da quello di semplice Moriquende. Per prima cosa è il soprannome di Eöl di Nan Elmoth; in secondo luogo venne usato come insulto a Thingol da parte dei figli di Fëanor (infatti è un'espressione scorretta, poiché Thingol ha veduto la Luce dei Due Alberi).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien