Ōgai Mori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mori Ōgai)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Ōgai Mori (森 鴎外 Mori Ōgai, pseudonimo di Rintarō Mori, 森 林太郎 Mori Rintarō; Tsuwano, 17 febbraio 1862Tokyo, 9 luglio 1922) è stato uno scrittore giapponese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Statua di Ōgai Mori a Tsuwano

Mori nacque a Tsuwano nella provincia di Iwami, figlio di un medico. Dimostrò precocemente una forte inclinazione per l'apprendimento studiando la poesia cinese, l'olandese e il tedesco.

Una volta compiuti gli studi di medicina ed entrato nel corpo medico dell'esercito, si recò in Germania dove perfezionò gli studi ai massimi livelli dell'epoca. A quel tempo il Giappone stava vivendo una modernizzazione globale, ed anche la medicina divenne oggetto di una profondissima revisione con l'abbandono delle metodologie tradizionali e l'acquisizione della scienza occidentale.

Durante il soggiorno in Germania conobbe una donna, Elise Weigert, con la quale visse un profondo coinvolgimento sentimentale, al punto che, ritornato in patria, la portò con sé. Malgrado il legame fosse molto forte, dovette separarsi da lei in quanto i doveri nei confronti della sua famiglia (era infatti il figlio primogenito) e nei confronti della burocrazia imperiale, all'epoca molto poco propensa ad aperture di questo tipo, non gli consentirono di condurre avanti la relazione. Molto a malincuore fu costretto a rimandarla in Germania e poco dopo sposò la figlia di un alto ufficiale di marina; quest'esperienza fu in seguito rielaborata nella sua opera letteraria. Nel 1907 raggiunse il massimo grado nell'ambito dei servizi sanitari dell'esercito, il che faceva di lui un burocrate della casa imperiale. Questo ruolo comunque non spense le idee maturate durante i quattro anni dell'esperienza europea.

Statua di Ōgai Mori a Kokura

Fu un propugnatore della modernizzazione e del pensiero scientifico occidentale ma si rese perfettamente conto che una cultura esterna, soprattutto in un paese al tempo chiuso come il Giappone, non si poteva introdurre d'imperio, ma doveva per forza avere tempi di elaborazione e maturazione adeguati. La sua vasta opera letteraria comprende traduzioni di opere occidentali, saggi, romanzi, poesie; si cimentò anche con il romanzo storico e la biografia.

Uno dei suoi temi principali è: l'individualismo. Infatti tratterà la dolorosa lacerazione tra singolo e società, questo binomio io /nazione sarà sempre presente nei suoi scritti.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1890 - Maihime (舞姫? , "La ballerina")
  • 1890 - Utakata No Ki (うたかたの記? , "Ricordi di vite effimere")
  • 1891 - Fumizukai (文づかひ? , "Il messaggero")
  • 1909 - Vita Sexualis (ヰタ・セクスアリス Wita Sekusuarisu?)
  • 1910 - Seinen (青年? , "Il giovane")
  • 1910 – Chinmoku No Tō ("La torre del silenzio")
  • 1911~1913 - Gan (? , "L'oca selvatica")
  • 1911 - Hyaku monogatari (百物語 , "Cento racconti"?)
  • 1911 – Mōzō ("Divagazioni")
  • 1912 - Okitsu Yagoemon No Isho (興津弥五右衛門の遺書? , "Il testamento di Yagoemon Okitsu")
  • 1914 - Sakai Jiken (堺事件 , "L'incidente di Sakai"?)
  • 1915 - Sanshō Dayū (山椒大夫? , "L'intendente Sanshō")
  • 1916 - Takase Bune (高瀬舟? , "La barca sul Takase"); il Takase è un canale navigabile di Kyōto
  • 1916 - Shibue Chūsai (渋江抽斎? , "Shibue Chūsai")

Film[modifica | modifica wikitesto]

  • 1954 - Sanshō Dayū (山椒大夫 Sanshō Dayū?, "L'intendente Sanshō")
    • Regia di Kenji Mizoguchi
    • Con Yashiaki Hanayagi (Zushio), Kyoko Kagawa (Anju), Ken Mitsuda (Fujiwara), Eitaro Shindo (Sansho), Ichiro Sugai (Nio), Kinuyo Tanaka (Tamaki), Akitaka Kohno (Taro)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 15096 LCCN: n50006285

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie