Morena scanalata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lago Rogen (Svezia) visto da settentrione. Le creste imboschite nel lago sono 'morene Rogen' tipiche di questo luogo

Una morena Rogen o morena scanalata (in lingua inglese rispettivamente Rogen moraine e ribbed moraine) è un tipo di conformazione morenica subglaciale (i.e. sottostante a un ghiacciaio vallivo o ghiacciaio continentale),[1] che principalmente si trova in Fennoscandia,[1] Scozia,[2] Irlanda[3] e Canada.[1][4] Le morene scanalate si estendono su vaste aree che sono state coperte di ghiaccio, e si trovano in quelle che si è ipotizzato fossero le zone centrali dei ghiacciai continentali.[3] La morena Rogen deve il suo nome al Lago Rogen[5] nella provincia di Härjedalen, Svezia, laddove esiste tale tipo conformazione.

Queste forme geomorfologiche si trovano raggruppate spesso a distanza ravvicinata e regolarmente distanziate.[1] Sono costituite da detriti glaciali, di cui il till è il componente più comune.[1] Le singole morene sono grandi, con creste ondulate orientate trasversalmente al flusso di ghiaccio.[3] Molto vicini, di frequente, si trovano i drumlin, la cui formazione spesso si ritiene avvenuta contemporaneamente alle morene Rogen.[1] Sebbene le dimensioni di questo tipo di morena possano variare in modo considerevole,[3] la più comune distribuzione sembra essere di 10-30 metri in altezza, 150-300 metri in larghezza e 300-1200 metri in lunghezza.[1]

L'esatta dinamica della formazione delle morene di Rogen non è nota, ma fin dagli anni settanta, sono state proposte quattro principali teorie sulla loro formazione:[2]

  • Le dune subacquee (megaripples) erose nel ghiaccio basale si riempivano durante le dirompenti inondazioni subglaciali.[6]
  • Le conformazioni geologiche già esistenti, come drumlin e increspature (flutes)[7] o morene marginali[5] sono rimodellate a causa di un mutamento di ~90° nella direzione del flusso di ghiaccio.[5][7]
  • Il ghiaccio basale ricco di detriti o i sedimenti preesistenti sono tranciati e accatastati, o piegati durante il flusso glaciale compressivo[8].
  • Gli strati di sedimenti diventano fratturati ed estesi, durante una transizione del ghiacciaio sovrastante, da ghiaccio freddo a ghiaccio [relativamente] caldo.[1][senza fonte]

Tuttavia, è stato suggerito che, a causa delle differenti caratteristiche morfologiche mostrate dalla morena Rogen, diversi processi potrebbero essere stati capaci di crearla.[3] Ciò significa che tutti e quattro i processi menzionati sopra potrebbero essere attendibili. Le diverse teorie che propongono una formazione nei pressi o lungo il margine glaciale sono state ampiamente abbandonate.[1] Alcune di queste ipotizzavano che le morene Rogen avessero origine da una serie di morene terminali, e che si formassero in associazione con il distacco del ghiaccio terminale nei laghi glaciali, o nel ghiaccio "morto", laddove il materiale supraglaciale cadeva dentro i crepacci nel ghiaccio.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j (EN) Hättestrand, C. & Kleman, J., 1999. Ribbed moraine formation. Quaternary Science Reviews, 18:43-61
  2. ^ a b (EN) Finlayson, A. G. & Bradwell, T., 2008. Morphological characteristics, formation and glaciological significance of Rogen moraine in northern Scotland. Geomorphology, 101:607-617
  3. ^ a b c d e (EN) Dunlop, P. & Clark, C. D., 2006. The morphological characteristics of ribbed moraine. Quaternary Science Reviews, 25:1668-1691
  4. ^ (EN) Marich, A., Batterson, M. & Bell, T., 2005. The morphology and sedimentological analyses of Rogen moraines, central Avalon Peninsula, Newfoundland. Current Research, Newfoundland and Labrador Department of Natural Resources, Geological Survey, Report, 05-1:1-14
  5. ^ a b c (EN) Möller, P., 2006. Rogen moraine: an example of glacial re-shaping of pre-existing landforms. Quaternary Science Reviews, 25:362-389
  6. ^ (EN) Fisher, T. G. & Shaw, J., 1992. A depositional model for Rogen moraine, with examples from the Avalon Peninsula, Newfoundland. Canadian Journal of Earth Sciences, 29:669-686
  7. ^ a b (EN) Boulton, G. S., 1987. A theory of drumlin formation by subglacial deformation. In: Menzies, J. & Rose, J. (Eds.), Drumlin Symposium, Balkema, Rotterdam, The Netherlands, pp. 25-80
  8. ^ (EN) Lindén, M., Möller, P. & Adrielsson, L., 2008. Ribbed moraine formed by subglacial folding, thrust stacking and lee-side cavity infill. Boreas, 37:102-131

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]