Mordecai Ghirondi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Mordecai Ghirondi (Padova, ottobre 1799Padova, 4 gennaio 1872) è stato un rabbino e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Mordecai Ghirondi o Mordecai Samuel ben Benzion Aryeh Ghirondi è stato uno scrittore di testi in ebraico e il rabbino capo di Padova.

Ghirondi ha studiato presso il Collegio rabbinico di Padova, in cui fu nominato professore di teologia (1824). Nel 1829 fu nominato rabbino assistente di Padova; due anni più tardi divenne rabbino capo. Fu un'autorità riconosciuta tra i rabbini e fu consultato da rabbini di diverse comunità.

Aveva in suo possesso l'opera biografica di Graziadio Nepi col titolo Zeker Ẓaddiḳim; in questa ha aggiunto 831 paragrafi in sua conoscenza e disponibilità, due terzi dei quali non si trovano in alcun dizionario biografico precedente. Il lavoro combinato assieme è stato pubblicato da Ephraim Raphael Ghirondi il figlio dell'autore: le voci Nepi e Ghirondi sono stampate su pagine contrapposte (Trieste, 1853). Quest'ultimo ha anche scritto Ḳebuẓat Kesef, responsa, in due parti, e e Liḳḳuṭe Shoshannim, novelle, in due volumi (entrambi inediti). Lettere di Ghirondi di su diversi argomenti sono stati pubblicati in Kerem Ḥemed (ii. 52; iii. 88 et seq.; iv. 13).

La sua firma, al centro della pagina recitava: "Mordecai Shmuel Ghirondi di Padova, possa Dio conservarlo e proteggerlo".[1]

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Toko Raẓuf Ahabah, un lavoro sull'etica prodotto quando aveva solo sedici anni (Pisa, 1818)
  • "Ma'amar Keriyyat ha-Borot," un trattato sui pozzi artesiani, mostrando i riferimenti ad essi nel Talmud (stampato in Iggerot Yosher(di Isacco Samuele Reggio), Vienna, 1834).
  • La sua opera più importante, Toledot Gedole Yisrael, un dizionario biografico e bibliografico dei rabbini italiani e studiosi laici.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Signature of Mordecai Samuel Ghirondi. URL consultato il 31 marzo 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Rosenstein, Neal. "The Unbroken Chain," C.I.S. Publishers, The Computer Center for Jewish Genealogy, Elizabeth, NJ, 1990. ISBN 0-9610578-4-X.
  • (DE) Heinrich Graetz: Geschichte der Juden. Bd. 9. Oskar Leiner, Leipzig 1866, S. 232, 372, 378,379, 472

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Jewish Encyclopedia, New York, Funk and Wagnalls, 1901–1906. - Cfr. rispettivo articolo s.v. "GHIRONDI", con la bibliografia di cui sopra.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]