Mordacchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando le lastre copriganasce, vedi Mordacchie.
Uso della mordacchia nel New Englandlitografia datata 1885.
Altra mordacchia scozzese coeva.
Mordacchia tp. Dunfermline del XVII secolo.

La mordacchia, detta anche bavaglio di ferro, briglia dei muti o briglia della comare (en. Scold's bridle), era uno strumento di tortura rinascimentale da applicarsi alla bocca del condannato.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Interamente realizzato di metallo, solitamente ferro, era concettualmente poco dissimile dal morso dei cavalli, eccezion fatta per la presenza di un uncino da conficcarsi nella lingua della vittima. Una volta chiusa da un lucchetto, la mordacchia obbligava il condannato ad ingurgitare il proprio sangue, sgorgato dalla ferita provocata alla lingua dall'uncino.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Storicamente, la Mordacchia ebbe larga diffusione grazie all'Inquisizione, in particolare in Germania e Scozia. Dal vecchio mondo, la mordacchia passò al nuovo mondo grazie alle colonie britanniche. Nell'America settentrionale, stando alla testimonianza di Olaudah Equiano, il bavaglio di ferro veniva utilizzato nelle piantagioni come misura coercitiva per gli schiavi africani nel pieno XVIII secolo.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Equiano, Olaudah (1789), The Interesting Narrative of the Life of Olaudah Equiano, or Gustavus Vassa the African, written by himself, Londra [1]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Equiano, Olaudah (1789), The Interesting Narrative of the Life of Olaudah Equiano, or Gustavus Vassa the African, written by himself, Londra [2].

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]