Morane-Saulnier MS.760 Paris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Morane-Saulnier MS.760 Paris
Un MS.760 Paris dell'Aviation navale francese
Un MS.760 Paris dell'Aviation navale francese
Descrizione
Tipo aereo da addestramento
Equipaggio 1-2
Costruttore Francia Morane-Saulnier
Data primo volo 29 luglio 1954
Data entrata in servizio 9 febbraio 1959
Utilizzatore principale Francia Armée de l'air
Altri utilizzatori Francia Aeronavale
Argentina FAA
Esemplari circa 160
Sviluppato dal Morane-Saulnier MS.755 Fleuret
Dimensioni e pesi
Lunghezza 10,05 m
Apertura alare 10,15 m
Altezza 2,60 m
Superficie alare 18,0
Peso a vuoto 1 945 kg
Peso max al decollo 3 470 kg
Passeggeri 3
Propulsione
Motore 2 turbogetti Turbomeca Marboré II (Marboré IV nella versione 760B)
Spinta 3,92 kN 800 kg (960 nella seconda versione) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 641 km/h
Autonomia 1 500 km (810 nm)
Tangenza 10 000 m (32 808 ft)
Note dati relativi alla variante MS.760 Paris I

i dati sono estratti da flugzeuginfo.net[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Morane-Saulnier MS.760 Paris è un aereo da addestramento bimotore a getto ad ala bassa sviluppato dall'azienda francese Morane-Saulnier nei tardi anni cinquanta e prodotto, oltre che dalla stessa, anche su licenza dall'argentino Instituto Aerotécnico (FMA).

Questo piccolo bireattore subsonico, realizzato in due versioni (760 Paris I e 760B Paris II) a partire dal 1959, venne utilizzato sia nell'aeronautica militare che - in misura minore - civile. Fu impiegato per la prima volta dall'Armée de l'air francese che ne aveva ordinato 50 esemplari nel 1956.

Prodotto in 165 esemplari, l'MS.760 è stato impiegato estensivamente, oltre che dall'aeronautica militare francese, anche da quella olandese, paraguayana, brasiliana e argentina (che l'ha utilizzato fino al 2007).

Fu un esemplare di questo aereo a esplodere in volo nell'incidente in cui perse la vita Enrico Mattei.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Argentina Argentina
operò con 54 esemplari, 36 di questi prodotti su licenza dalla Fábrica Militar de Aviones (FMA).
Brasile Brasile
Francia Francia
Paraguay Paraguay

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Palt Karsten, Morane-Saulnier M.S.760 Paris in flugzeuginfo.net, http://www.flugzeuginfo.net/index_en.php. URL consultato il 2 novembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) David Donald, Jon Lake, The Encyclopedia of World Military Aircraft, New York, Barnes & Noble, 2000, ISBN 0-7607-2208-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]