Moolooite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moolooite
Moolooite-91983.jpg
Classificazione Strunz (ed. 10) 10.AB.15[1]
Formula chimica Cu2+(C2O4)·0,44(H2O)[2]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino trimetrico
Sistema cristallino ortorombico[2]
Classe di simmetria  
Parametri di cella a=5,35, b=5,63, c=2,56, Z=1[2]
Gruppo puntuale  
Gruppo spaziale  
Proprietà fisiche
Densità 3,43 (calcolata)[2] g/cm³
Durezza (Mohs)  
Sfaldatura  
Frattura  
Colore turchese, da blu a verde[2]
Lucentezza cerosa[2]
Opacità  
Striscio turchese[2]
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La moolooite è un minerale, un ossalato di rame idrato scoperto nel maggio 1977 a 12 km da Mooloo Downs, regione di Gascoyne, in Australia Occidentale. La descrizione del minerale è stata pubblicata nel 1986 con l'approvazione dell'IMA. Il nome del minerale è stato attribuito in relazione alla località dove è stato scoperto.[2]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La moolooite è stata scoperta sotto forma di microscopiche concrezioni formate da aggregati di cristalliti equidimensionali di dimensione inferiore al µm.[2]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La moolooite è stata trovata nelle crepe e nelle cavità di una formazione di quarzo bianco originate dall'ossidazione dei solfuri intimamente associata con sampleite e libethenite oltre ad un altro ossalato non identificato.[2]

I minerali associati con la moolooite sono la calcopirite, la digenite e la covellite che ossidandosi hanno originato brochantite, antlerite, atacamite, gesso, barite e jarosite.[2]

Il ritrovamento di fosfati ed ossalati sulla superficie del quarzo dove è stata trovata la moolooite indicano che si sia originata dalla reazione fra il guano e minerali secondari solubili di rame.[2] Un ritrovamento avvenuto in Scandinavia indica che il minerale può formarsi anche per azione dell'acido ossalico secreto dai licheni e le acque superficiali contenenti rame.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Moolooite mineral information and data. URL consultato il 16 aprile 2013.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) R. M. Clarke, Williams I. R., Moolooite, a naturally occuring hydrated copper oxalate from Western Australia in Mineralogical Magazine, vol. 50, 1986, pp. 295-298. URL consultato il 16 aprile 2013.
  3. ^ (EN) J. E. Chisholm, Jones G. C., Purvis O. W., Hydrated copper oxalate, moolooite, in lichens in Mineralogical Magazine, vol. 51, 1987, pp. 715-718. URL consultato il 16 aprile 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia